Bali, perché scegliere Ubud

Itinerari

Visitare Bali significa immergersi nella spiritualità di un luogo meraviglioso, non a caso chiamato l’isola degli dèi.

 

Articolo di Annalisa Meloni e Giuseppe Purificato, di Pensieri dal mondo

 

Ubud, nel santuario delle scimmiette

Bali, macaco alla Monkey Forest
Bali, macaco alla Monkey Forest © Annalisa Meloni e Giuseppe Purificato

Indonesia, Piccole Isole della Sonda: Bali è l’unica isola induista dell’arcipelago. La religione è tangibile in ogni luogo che si visita, cosa che la rende unica. Per cogliere la vera identità dell’isola puntate su Ubud, definita la capitale culturale di Bali e distante una trentina di chilometri dalla capitale Denpasar.

Circondata da meravigliose foreste, risaie e templi, è un toccasana per gli occhi e per lo spirito. Non pensate che Ubud sia una località sonnolenta, tutt’altro. Una lunghissima via principale straripante di locali, ristoranti, negozi, agenzie saprà accogliervi sapientemente.

Una delle principali attrattive è la Monkey Forest, il santuario sacro delle scimmie. All’interno ci sono tre templi, ma le vere protagoniste sono le dispettose scimmiette che la popolano. Campionesse di furti, curiose e belle da impazzire, vi regaleranno momenti di puro divertimento o di terrore, dipende dai punti di vista. I cuccioli prendono il latte dalla mamma e gli adulti sono in perenne combutta per la supremazia sul territorio e per il cibo. Non hanno paura e potrete avere contatti davvero ravvicinati con loro. Non mancate la visita al Palazzo di Ubud conosciuto come Puri Saren Agung, al mercato e soprattutto assistete allo spettacolo più bello che ci sia, le danze Barong, tipiche balinesi.

 

Templi per tutti i gusti

Bali, meraviglie del tempio di Taman Ayun
Bali, meraviglie del tempio di Taman Ayun © Annalisa Meloni e Giuseppe Purificato

Ubud è in posizione strategica per visitare i templi, i siti archeologici e le risaie di tutta l’isola. Eccone alcuni che non dovrete assolutamente perdere. Il Taman Ayun, immerso nel verde e circondato da stagni, l’Ulun Danu Temple costruito in mezzo al lago Beratan, uno dei più belli in assoluto.

Per un’immersione, nel vero senso della parola, consigliamo il Tirta Empul, il nome deriva dalla sorgente che si trova all’interno. È un sito nel quale i fedeli vengono a purificarsi bagnandosi nelle sue acque, pratica consentita a chiunque. Si respira una spiritualità unica.

Il più famoso di tutta Bali è il Tanah Lot costruito su un’isoletta in mezzo al mare, venite qui per l’ora del tramonto e rimarrete estasiati. Se cercate un tempio inserito nella lista del patrimonio dell’Unesco allora andate al Goa Gajah, costituito da una grotta a forma di bocca. I giardini intorno sembrano appartenere all’Eden.

Se preferite una visita un po’ più ‘movimentata’, scendete gli interminabili scalini che portano al Gunung Kawi, uno dei templi più antichi di Bali e, nonostante la fatica, non ve ne pentirete. Quando avrete caldo, fate tappa alle cascate di Munduk e rinfrescatevi con un bagno nelle sue acque. Sappiate però che la salita al rientro vi farà perdere ogni beneficio acquisito!

 

Risaie: un panorama unico

Bali, tutto il verde delle risaie 
Bali, tutto il verde delle risaie © Annalisa Meloni e Giuseppe Purificato

Una visita a Bali non è completa se non si visitano le splendide risaie così ve ne proponiamo due. La prima è quella di Jatiluwih, nominata Patrimonio dell’Unesco per la conservazione delle tradizionali tecniche di coltivazione biologiche. Il significato della parola Jatiluwih è “davvero bello” e non si poteva attribuire nome migliore. Situate a 700 metri di altitudine offrono un panorama unico. Addentrarvi a piedi in mezzo alle risaie e camminate avvolti da questo incredibile paesaggio, vi sembrerà di sognare.

La seconda risaia che vi consigliamo è quella d Tegalang. La visuale è mozzafiato, anche qui potrete camminare all’interno dei sentieri ma la vista che si gode dai bar panoramici costruiti sui suoi pendii non ha prezzo. Il periodo migliore per visitare Bali è nella nostra estate quando i monsoni ormai sono un ricordo lontano.

Potrebbe interessarti

  • Amici dell'arte, la data è memorabile: dal 27 settembre la Cappella della Sindone di Torino sarà di nuovo visitabile. Ecco le nostre idee per godersi questo e gli altri gioielli del Barocco nella città della Mole.   Cappella della Sindone, l'attesa è finita Quando prese fuoco, in una notte maledetta…
  • Siete a spasso per Padova in compagnia di piccoli viaggiatori? Ecco sei luoghi ed esperienze che non dovete perdere per vivere una giornata perfetta. Articolo di Cristina Rampado, blogger di Crinviaggio.com   Padova è una città a misura d'uomo, questo è abbastanza evidente. Molto meno scontato, invece, è scoprire che…
  • Vuoi partire per il tuo primo viaggio in solitaria, ma non sai da dove cominciare? Oppure lo hai già fatto, ci hai preso gusto e sei in cerca di nuove ispirazioni? Bene, ho raccolto per te alcune mete perfette. Cinque destinazioni facili e affascinanti, alla portata anche dei viaggiatori con…