A caccia di borghi e grandi artisti

  • destinazione: -
  • Itinerari

    La passione per la pittura, la letteratura, la poesia possono portarvi in luoghi meno battuti dai turisti, permeati di una magia che si mostra solo a chi decide di partire apposta per cercarla. Scoprite con noi alcuni di questi tesori nascosti.

     

    La Provenza di Paul Cézanne

    Ecco i colori che Paul Cézanne voleva fissare su tela

    Aix-en-Provence è stata casa per molti artisti importanti. Due nomi: la stella del blues Nina Simone la scelse per gli ultimi dieci anni della sua vita, lo scrittore Émile Zola visse qui la sua infanzia. Soprattutto, questa città ha dato i natali a Paul Cézanne, tra i principali pittori impressionisti nonché precursore del cubismo e delle principali avanguardie artistiche del Novecento. Gli scenari della Provenza hanno segnato a fondo il suo immaginario: visitateli e scoprite quella luce e quei colori che l’artista cercò di fissare su tela, con l’obiettivo di mantenersi il più fedele possibile alle impressioni che gli suscitavano quei panorami. Seguite l’itinerario Sur le pas de Cèzanne proposto dall’ufficio del turismo di Aix-en-Provence per visitare il suo storico atelier e osservare in prima persona ciò che vedevano i suoi occhi.

    Guida Marco Polo: Provenza

     

    I luoghi letterari del Piemonte

    Molte storie raccontate da Fenoglio e Pavese sono ambientate nelle Langhe

    Se siete grandi appassionati di letteratura, scegliete il Piemonte come meta e scoprite i luoghi di alcuni grandi autori e poeti italiani del Novecento. Amate la poesia di Guido Gozzano, memoria delle buone cose di pessimo gusto che gli hanno fatto amare la vita? Offritevi un’esperienza da veri appassionati nel pieno centro di Torino, entrando al Caffè Baratti & Milano. Qui il poeta scrisse Le golose, spiritosa ode alle signore che amano mangiare pasticcini. Lasciate poi la capitale sabauda per raggiungere Agliè, il suo paese natio: visitate la sua casa di campagna (Villa Il Meleto), la sua tomba presso la cappella della chiesa parrocchiale e molti altri punti di interesse legati alla sua vita.
    Nel Cuneese, invece, percorrete i sentieri narrati nelle opere di Cesare Pavese e di Beppe Fenoglio. Il primo nacque a Santo Stefano Belbo, il secondo ad Alba: a separarli, 30 chilometri di campagna. Merita viaggiare su queste strade e scoprire tanti luoghi ritratti nelle loro pagine più belle: il Pavaglione della Malora a San Bovo di Castino, il paese di Mango, scenario de Il partigiano Johnny, il Duomo di Alba dove fu abbandonato Anguilla de La Luna e i Falò, le colline a cui torna Corrado di La casa in collina una volta finita la Seconda guerra mondiale.

    Guida Marco Polo: Torino e Piemonte

     

    Zacinto, l’isola natia di Foscolo

    “Le sacre sponde” raccontate da Foscolo in A Zacinto

    “Né più mai toccherò le sacre sponde ove il mio corpo fanciulletto giacque, Zacinto mia, che te specchi nell’onde del greco mar da cui vergine nacque Venere […]”. Quanti di voi, leggendo questo capolavoro, hanno provato a immaginare la bellezza di Zacinto? Scoprite la magia dei luoghi che plasmarono l’anima e la poesia di Ugo Foscolo. Un’isola di meraviglie da esplorare: litorali splendidi, pazzesche scogliere a picco sul mare, le favolose Grotte Azzurre, un entroterra di ampie pianure e campi coltivati, cittadine che risuonano della musica tradizionale kantadés. L’aria che si respira qui è intrisa di poesia: respirate e ispiratevi!

    Guida Marco Polo: Zacinto

     

    Monterchi, nella terra di Piero della Francesca

    Scoprite dove visse Piero della Francesca

    La pittura italiana ha subito una rivoluzione con le opere di Piero della Francesca: dal XV secolo aumenta la cura della composizione delle opere, con una rappresentazione naturalistica di personaggi, luce e paesaggi. La Chiesa lo apostrofò con l’appellativo di “immorale”, dal momento che nell’opera Madonna del Parto osò raffigurare per la prima volta la Madonna incinta. Una brusca cesura con l’iconografia tradizionale, in cui Maria è sublime Regina del Cielo e non certo una creatura terrena con il pancione. Quest’opera è conservata nel Museo Madonna del Parto, a Monterchi: visitando il paese scoprirete i luoghi in cui è vissuto il grande Piero e i magnifici paesaggi che lo hanno ispirato.

    Guida Marco Polo: Toscana

     

    Figueres, culla del surrealismo

    La facciata del Museo Dalí: promessa di vivere il surreale

    Salvador Dalí fu il pittore del surreale per eccellenza: stravagante, provocatore, eccentrico, dotato di una fervida fantasia. La sua città natia, Figueres, è ancora oggi pervasa dal suo spirito: visitate il Museo Dalí per avere accesso al suo mondo alieno, onirico, folle. Fu lui stesso il direttore dell’allestimento di questa galleria d’arte, che raccoglie opere sue, di Marcel Duchamp, di El Greco e di altri artisti che stimava profondamente. Pochi metri più in là, scoprite il Museo del Giocattolo, un’esposizione di oltre 4000 pezzi da collezione: alcuni di questi appartennero al piccolo Salvador Dalí. Raggiungete questo angolo di Catalogna per sognare a occhi aperti.

    Carta stradale Marco Polo: Spagna

    Potrebbe interessarti

    • Infinite strade percorrono la Spagna, da quelle impervie dei Pirenei a quelle che corrono veloci sotto il sole andaluso. Sono strade tutte da vivere con la nostra nuova carta stradale! Apritela, studiatela, fatevi ispirare dalle suggestioni del suo innovativo booklet fotografico e iniziate a sognare con le idee che abbiamo raccolto per…
    • Le carte con scala 1:800.000 coniugano dettagliate informazioni a un’ampia visione del territorio. Segnalano le località di interesse turistico, punti e strade panoramiche, i parchi e le aree naturali protette e comprendono le piante delle città principali.  Novità: Contengono un comodo booklet fotografico che, come una guida turistica, racconta e…
    • Un sentiero sterrato, una casolare, una piccola chiesa, una mandria di cavalli che pascolano liberi, una striscia di mare e il cielo azzurro: sembra una favola, eppure è realtà. Che cosa ci spinge a visitare questi luoghi? La natura? L’arte? La storia? Lo stile di vita? La risposta non può essere…