Gli indirizzi che hanno fatto grandi molte canzoni

  • destinazione: - -
  • Vita in città

    La musica fa sempre viaggiare, ma quando la canzone ti dà anche l’indirizzo, nel titolo o nel testo… beh, che volete di più?

     

    2120 Michigan Avenue – The Rolling Stones

    chicago
    Chicago, Michigan Avenue, rotta sul rhythm and blues

    Un grande omaggio degli Stones all’indirizzo della Chess Record di Chicago, dove hanno suonato Willie Dixon, Muddy Waters, Chuck Berry, Bo Diddley e Howlin’ Wolf. Correva l’anno 1964 e il disco era Five by Five.

     

    Lexington 125, NYC – Velvet Underground

    lower east side
    Lower East Side, NYC

    Che cosa si prova ad aspettare il proprio uomo con 25 dollari in mano al numero 125 di Lexington Avenue, New York, avendo un certa fretta che arrivi? Chiedetelo a Lou Reed, che vi racconterà tutto in I’m Waiting for the Man, storico brano dell’epoca Velvet Underground. Stupefacente, in tutti i sensi.

     

    Penny Lane – The Beatles

    penny lane
    Penny Lane, Liverpool

    Là sotto i cieli blu di periferia… canta malinconico, surreale e magnetico il baronetto Paul McCartney. La canzone è una delle più belle del periodo Beatles e la lane si trova, ovviamente, a Liverpool.

     

    Via del Campo – Fabrizio De André

    via del campo
    Via del Campo, omaggio a Fabrizio De André

    Ci sono posti che entrano nell’immaginario e restano inalterati a distanza di decenni. Uno di questi è Via del Campo, nella vecchia Genova. Ascoltate la canzone di Faber nell’arrangiamento della PFM.

     

    22 Acacia Avenue – Iron Maiden

    hornchurch
    Benvenuti a Hornchurch…

    L’album è eloquentemente intitolato The number of the Beast e gli Iron Maiden se la giocano a modo loro dissacrando uno degli stereotipi britannici: Acacia Avenue, infatti, è il tipico indirizzo della classe media, un po’ come la via dei Platani di Paperino. La strada della canzone, comunque, esiste davvero e si trova a Hornchurch, vicino a Londra.

     

    Positively 4th Street – Bob Dylan

    I ‘dylanologhi’ più agguerriti si interrogano da sempre su dove si trovi di preciso questa via. Per qualcuno corrisponde all’indirizzo del Greenwich Village dove Dylan visse qualche tempo, per altri a quello della University of Minnesota, dove studiò. Ai posteri l’ardua sentenza.

     

    No. 10 Downing Street – The Troggs

    10 Downing Street London
    Sicuri di avere con voi l’invito?

    I Troggs ci hanno regalato quel capolavoro che è Wild Thing e forse questa non è la loro canzone migliore. Però è una figlia perfetta del suo tempo, perché racconta le contestazioni degli anni ’60. A proposito della residenza del primo ministro, 10 Downing Steet, dice senza girarci attorno e con una certa ossessività: “Questo è il posto dove nascono tutte le regole che ci riguardano”.

     

    Tenth Avenue Freeze-Out – Bruce Springsteen

    New Jersey
    Uno sguardo dal New Jersey, George Washington Bridge

    No, questa Avenue non si trova a Manhattan, ma a Belmar, nel vicino New Jersey, dove il Boss si fece le ossa e mise insieme la E Street Band. Nella canzone parla anche di sé, sotto lo pseudonimo di Bad Scooter, e delle difficoltà di quegli anni ruggenti.

     

    Kentucky Avenue, Tom Waits

    whittier
    Eh no, Whittier non è più così

    Le canzoni di Tom Waits hanno sempre testi molto intensi. Questa è dedicata a Whittier, la sua città natale in California, e all’amico d’infanzia Kipper, colpito dalla poliomielite. Tutto l’album, Blue Valentine, è bellissimo.

     

    100, Pennsylvania Ave – Francesco Guccini

    Una delle canzoni più belle di Guccini, tutta dedicata all’America e al mito che ha rappresentato, nel bene e nel male, per la sua generazione. Immortali le parole: “E immagino tu e lui, due americani sicuri e sani, un poco alla John Wayne, / portare avanti i miti kennedyani e far scuola agli indiani: / amore e ecologia lassù nel Maine.”

    Potrebbe interessarti

    • Una città di contrasti: musei storici e negozi alla moda, palazzi reali accanto a graffiti e installazioni ultramoderne, metropoli e parchi che la rendono la città più verde d'Europa, birre veraci in pub d'atmosfera e tè da sorseggiare sprofondati in poltrona: Londra è la città che crea le tendenze che…
    • Che cosa fare a Londra con la pioggia? Ecco un bel po' di consigli dalla nostra guida. Prendete nota, perché nella capitale britannica è molto molto probabile che vi servano! Viaggio nel tempo Prima un tuffo nel passato tra i quadri della National Portrait Gallery, dove potrete farvi ispirare dall'unica…
    • New York non stanca mai, questo è certo. Per chi vuole aggiungere tre perle preziose al proprio viaggio, però, ecco tre digressioni che ti fanno sentire subito un New Yorker. New York, un balzo oltre Manhattan? © Silvia Demick Articolo di Silvia Demick, The Food Traveler   Le destinazioni sarebbero tantissime, e…