Slovenia: andiamo a scoprirla?

  • destinazione:
  • Consigli utili - Itinerari

    La Slovenia è la classica bellezza a portata di mano, tanto vicina che rischia spesso di essere sottovalutata. Le idee di viaggio che state per leggere vi impediranno di commettere questo errore!

    Izola, un tesoro della costa slovena
    Izola, un tesoro della costa slovena

    Articolo di Claudia B. Voce del Verbo Partire

    Piccola, verde, ricca di panorami e cittadine, la Slovenia è un piccolo ma vigoroso cuore pulsante, una nazione spesso di passaggio che, a mio avviso, merita molto più di un semplice sguardo superficiale. Andare alla scoperta della Slovenia, significa principalmente avvicinarsi ad un micromondo, che racchiude in sé tutto l’universo: mare, villaggi di pescatori, grotte misteriose, castelli, città e borghi, laghi, fiumi, montagne. Il tutto, stretto dal verde rigoglioso dei boschi.

     

    Lungo la colorata costa slovena

    Strugnano Slovenia
    Strugnano, la prossima avventura al mare?

    La costa slovena, meriterebbe un viaggio a sé. Possibilmente in inverno, quando il cielo azzurro fa da sfondo a colori e paesaggi che, in alta stagione, si perdono tra le folle di turisti. Imperdibile Capodistria, allegra cittadina in stile veneziano, dall’eleganza retrò. Il centro storico è da percorrere senza una meta precisa, tra vicoli, piazze salotto e gli affacci sul blu dell’Adriatico.

    Nei villaggi di Izola e Pirano, si entra in un mondo fatto di colore, in cui pittoreschi vicoli convergono verso i porticcioli, pieni di barche ormeggiate. Da qui, si possono ammirare le falesie di Strugnano, uniche nel loro genere in tutto l’Adriatico. L’area naturalistica di Strugnano, racchiude le Saline di Sicciole, dove video ed esposizioni aiutano a comprendere l’importanza della raccolta del sale, per la popolazione. Alle mostre, si alterna la bellezza del paesaggio in cui, l’opera dell’uomo, si fonde con i riflessi della natura ed una ricca fauna.

     

    Dalle grotte alla capitale

    Nelle grotte di Postumia
    Nelle grotte di Postumia

    Le Grotte di Postumia, ricordano davvero quello che doveva essere il regno di Gimli, ne “Il Signore degli Anelli”, prima che venisse distrutto. Le si percorrono inizialmente con un trenino, che sfreccia rapido tra i tunnel. Poi, si attraversa il resto a piedi, tra sale che sembrano risplendere d’oro! E, proprio a Postumia, è possibile incontrare il proteo, un piccolo animaletto che, secondo la tradizione, sarebbe un giovane esemplare di drago!

    Dal regno sotterraneo, all’ariosa ed imperiale capitale della Slovenia, il passo è davvero breve. Ljubljana è elegante, ricercata e, allo stesso tempo, accogliente e d’impatto immediato. Il Castello di Ljubljana, domina il centro storico dall’alto. Lo si raggiunge con una piacevole passeggiata, attraverso una capitale che lascia il suo abito di regina, per indossare quello di borgo antico.

    In un certo senso, Ljubljana è ‘un doppio mondo’, con la vita che si svolge lungo i viali, riflessa sulle acque della Ljubljanica. In particolare nel periodo natalizio, le decorazioni e le luminarie, creano uno scenario teatrale, quasi ci si trovasse su un palco e non in una città tra le più belle d’Europa!

     

    Cittadine ferme nel tempo

    Ljubljana Slovenia
    Ljubljana, vocazione fotografica!

    Partendo dalla capitale della Slovenia, è davvero semplice spingersi alla scoperta di cittadine la cui caratteristica principale è quella di somigliare a deliziosi acquerelli. Se d’estate sono i fiori e l’intensità dei colori a caratterizzarle, in inverno è la neve a farla da padrona, rendendo ogni cosa come sospesa nel tempo.

    A Kamnik, Skofja Loka, Kranj e Radovljica, non si trova opulenza, ma l’incredibile, semplice bellezza, di quattro centri storici che sono come grandi villaggi, amorevolmente vissuti. Le tonalità pastello degli edifici, risaltano sulle piazze salotto, centri di aggregazione che ricordano un po’ le immagini fiabesche disegnate dai bambini. Anche se, spesso, le attrazioni principali di questi centri sono chiuse, specialmente in inverno, vale la pena esplorarli attentamente, soffermandosi sugli edifici religiosi, magari salendo verso i punti panoramici e lasciandosi poi tentare da un ricco dolce, accompagnato da una bevanda calda.

    Potrebbe interessarti

    • Le carte con scala 1:300.000 coprono ampie porzioni di territorio mantenendo un alto dettaglio sulle le località minori e strade secondarie. Segnalano le località di interesse turistico, punti e strade panoramiche, i parchi e le aree naturali protette. Novità: Contengono un comodo booklet fotografico che, come una guida turistica, racconta…
    • Le carte con scala 1:800.000 coniugano dettagliate informazioni a un’ampia visione del territorio. Segnalano le località di interesse turistico, punti e strade panoramiche, i parchi e le aree naturali protette e comprendono le piante delle città principali.  Novità: Contengono un comodo booklet fotografico che, come una guida turistica, racconta e…
    • Dal sud della Francia all'Egeo, andiamo a scoprire piccole città talmente belle da valere da sole il viaggio. Sono piene di bellezza e di attrattive turistiche, e sono pronte a sedurvi con i loro splendidi tesori custoditi in poco spazio. Carcassonne, Francia Faceva parlare di sé già nel IX secolo…