Chi ci vive: Lisbona

  • destinazione:
  • I consigli di chi ci vive

    Raccontaci in poche parole chi sei e perché sei a Lisbona.

    Graziano Stanziani

    Mi chiamo Graziano Stanziani, sono originario di Chieti e, dopo aver lavorato a Roma e Milano come copywriter in alcune agenzie di pubblicità, ho deciso di fare il pendolare tra Roma e Lisbona. La mia storia d’amore con la capitale portoghese risale al 2001: permanenze di vari mesi, lo studio della lingua, la costruzione di una fitta rete di contatti e dulcis in fundo l’acquisto di una casetta in loco hanno consolidato la mia relazione con questa meravigliosa metropoli pervasa dal profumo dell’oceano. E a coronamento di tutto ciò, l’apertura del blog Lisbon storie.

    Qual è l’elemento che secondo te rende Lisbona una città unica?

    Più di uno. Quale capitale nel mondo può vantare tante spiagge mozzafiato a una manciata di chilometri dal centro? Nessuna. Quale città può offrire tanti panorami emozionanti e scorci sorprendenti? Ben poche. E soprattutto: quale città ha una luce azzurra così intensa e un cielo così pieno di giochi cromatici? Solo Lisbona!

    Il primo posto in cui porti chi ti viene a trovare?

    Li porto in vari posti tipici servendomi di un posto molto tipico: il tram 28. Saliamo a

    lisbona
    Il tram 28

    bordo di questo fantastico giocattolino giallo che sferraglia e ansima lungo le strade ripide della città e attraversiamo i quartieri più emblematici, da quelli popolari come l’Alfama coi suoi vicoli strettissimi (il tram sfiora le mura delle case) a quelli più eleganti e sofisticati come il Chiado o Estrela. In meno di un’ora si compie un viaggio divertente a un prezzo irrisorio attraverso le varie anime lisboetas, alternando visioni scenografiche sul Tago a piccoli quadretti di vita lusitana.

    Il locale caratteristico in cui mangiare tipico (e cosa si mangia)?

    In materia di locali tipici, Lisbona è molto generosa: la città è piena, oltre che di ristoranti per tutti i gusti, di tascas, le tipiche trattorie dall’apparenza un po’ rudi ma dalla cucina ottima e da prezzi che si fanno amare (un pasto completo a base di pesce freschissimo si aggira sui 12-15 euro, ma anche meno). Una refeição tipica è composta dalla sopa (la zuppa: ne esistono a decine), dal piatto principale (d’obbligo il baccalà, cucinato in centinaia di varianti, per noi sperimentali ma per loro tradizionali) e dal dessert, quasi sempre un dolce conventuale a base di tuorlo d’uovo e zucchero. A proposito di dolci non va persa l’esperienza mistica coi pastéis de nata, onnipresenti in

    Pasteis de nata ©kymal, Flickr

    Portogallo, ma che trovano la loro massima espressione nella Confeiteria de Belém, dove prendono il nome di pastéis de Belém.

    L’attività preferita dagli autoctoni?

    Potrei rispondere: oziare ai tavolini dei tipici chioschi in uno degli innumerevoli miradouros (belvedere) della città. Ma potrei anche dire: fare surf o kitesurfing sulle vicine e numerose spiagge sull’oceano. Oppure fare vela o canottaggio nelle acque del Tago. O passeggiare e andare in bici sul chilometrico lungotago. O ancora… continuo?

    Il consiglio low budget?

    Il bello di Lisbona è che è una città che ti permette di vivere innumerevoli piaceri low cost. Sicuramente negli ultimi tempi anche a causa della crisi economica, che purtroppo qui è molto profonda, ma anche in tempi non sospetti quasi tutto era alla portata di tutte le tasche. Comunque, chi voglia soggiornare in città a prezzi contenuti e trattarsi da re, sappia che a Lisbona esistono gli ostelli più belli del pianeta. Se poi si vuole vivere qualche giorno da vero lisboeta spendendo davvero poco, perché non affittare un bellissimo appartamento in un quartiere del centro?

    Dove passare una serata alternativa?

    Bacalhoeiro © bacalhoerio.blogspot.com

    Il luogo più “alternativo” che abbia mai visto a Lisbona è il Bacalhoeiro (dal nome del peschereccio di baccalà), nell’omonima rua, poco sotto la cattedrale, ritrovo della gioventù (e non) più alternativa della città: cene sociali, concerti di gruppi underground, proiezioni di film dimenticati o sperimentali, presentazioni di libri, dj set, mostre. Tutto ciò che è fuori dal mainstream trova cittadinanza in questa affascinante stamberga al secondo piano di un edificio della velha Lisboa.

    La “perla” poco nota della città?

    Il suo enorme patrimonio botanico. Lisbona è disseminata di viali e piazze alberate, ma soprattutto di giardini curatissimi e ricchissimi di specie anche tropicali. Alcuni, come il Jardim da Estrela, il Parque Eduardo VII o il Jardim das Amoreiras, sono molto frequentati; altri, come il centralissimo Jardim Botânico, di pertinenza del Museo

    Jardim Botânico ©buzico.no.sapo.pt

    Nazionale di Storia Naturale e Scienza, la sorprendente Tapada das Necessidades, annessa al palazzo del Ministero degli Esteri, l’esotico Jardim do Ultramar, nel quartiere di Belém, o l’enorme Parque Florestal de Monsanto, grande praticamente quanto un’altra Lisbona, sono spesso ingiustamente misconosciuti dalle guide turistiche e ignorati dagli stessi lisboetas. Un motivo in più per andarci, soprattutto in occasioni speciali, ad esempio i concerti gratuiti della rassegna estiva OutJazz.

    Potrebbe interessarti

    • Sono stata in Belgio lo scorso ottobre a fare un giro tra Bruxelles, Bruges, Ghent e Anversa e ho scoperto alcune mappe della città assolutamente fuori dal comune. Le ho trovate nel primo ufficio turistico dove sono entrata, alla stazione di Ghent, e poi le ho cercate famelicamente in ogni…
    • Diciamocelo: tutti noi vorremmo poter vivere a Roma. Una grande città che offre di tutto e al tempo stesso profuma di mare, si colora di pini marittimi e di strade panoramiche. Ottima cucina, cuore pulsante d'Italia, la grande Storia a ogni passo: beh, davanti a tutto questo, i difetti e…
    • Ve la ricordate? Francesca Turchi è stata una delle vincitrici del concorso Parti con Marco Polo e lo scorso dicembre è andata per noi in Alto Adige. Adesso invece è appena tornata da Madrid e ci racconta la sua esperienza. E per chi vuole sapere di più seguitela sul suo…