I consigli di chi ci vive: Bruges, Belgio

  • destinazione:
  • I consigli di chi ci vive

    Continua la nostra carrellata delle città del Belgio grazie ai redattori delle USE-IT maps.

    Oggi tocca a Fanny che ci parla della sua Bruges.

    In poche parole: chi sei e perché vivi a Bruges?

    Fanny Vanmarcke
    Fanny Vanmarcke

    Ciao, sono Fanny Vanmarcke e ho 25 anni. Lavoro in un ostello a Bruges da 3 mesi, il Nauhaus. Dò una mano al bar, al ristorante e alla reception. Vivo a Bruges perchè ci sono nata e non ho intenzione di andarmene. Ho studiato a Ghent e Leuven, e le ho amate entrambe molto ma solo a Bruges mi sento davvero a casa. Ha un centro città incantevole e contenuto e ci sono molte cose da fare e da vedere. Secondo me è un posto bellissimo dove vivere e una meta imperdibile per un turista che visita il Belgio.

     

    Qual è il primo posto che mostri a chi ti viene a trovare?

    Cortile del Begijnhof

    Il Begijnhof va sicuramente visto, proprio come le piccole Godshuisjes. Il Begijhof è un luogo dove fino a oggi nessun uomo ha potuto e può vivere. Solo le donne abitano qui.  In primavera è bellissimo vedere sbocciare i tulipani in mezzo agli alberi del grandioso parco del beginhof. Le Godshuisjes sono invece piccole case che sono state costruite a partire dal XIII secolo per i poveri e i malati. Ancora oggi sono abitate. Sono  interessanti da visitare per incontrare anche coloro che le abitano. Sono persone molto disponibili e c’è sempre una panchina dove rilassarsi e parlare con loro.

    Un posto tipico per mangiare? E cosa si mangia?

     

     

    Il posto dove andare è De Medard. E’ il posto dove trovare numerosi snacks (spaghetti, toast prosciutto e formaggio, zuppe) ma la cosa che rende il posto così meritevole è che pur essendo in centro ma non sono cari e servono cibo davvero di qualità. Una piccola porzione di spaghetti (che comunque è abbastanza per una persona) costa solo 3,50 €. Insomma grandi porzioni e buon cibo.

    L’attività preferita dagli autoctoni?

    In giro per Bruges

    La cosa che preferiamo fare è trovarsi in giro con gli amici. Andiamo spesso in alcuni pub incantevoli come il Joey’s, Snuffel, Bauhaus, ‘T poatersgat. Se invece fa bel tempo andiamo a rilassarci al parco, ci sediamo sull’erba con qualche drink. E durante il giorno.. facciamo shopping!

    Il consiglio low budget?

    Se hai meno di 26 anni ricordati che puoi visitare i musei della città con solo 1€! Ma anche se hai sorpassato quell’età i musei hanno un costo accessibile. Il migliore secondo me è il Groeninghe museum, con collezioni di pitture di maestri fiamminghi e arte moderna. E se volete fare shopping vi consiglio il Kringloopwinkel. Un bellissimo negozio di oggetti di seconda mano.

    Dove si può passare una serata alternativa?

    Vi dò due dritte. La prima è una strada fornita di ottimi bar, chiamata De Langestraat. Qui si trova il Bauhaus, dove trovi gente del posto con backpackers di passaggio. ‘T Hof Van Beroep è invece il posto dove trovi sempre grandiosi parti e dove puoi andare vestito come vuoi, anche come Biancaneve. Infine, nella stessa strada puoi trovare The Crash, che è sempre aperto, almeno fino alle 9 del mattino!  La seconda dritta è uscire dal centro e dirigersi verso le Youth houses: così noi chiamiamo alcuni locali che organizzano serate alternative. Le mie preferite sono Thope e De Comma.

    Il tesoro nascosto della città?

     

    Sicuramente i resti della chiesa di Sint Donaas. Sono nascosti sotto il Crown Plaza Hotel. Se andate alla reception e chiedete di vedere i resti archeologici, vi accompagneranno volentieri. Alcuni resti potrete vederli anche all’Irish Pub che si trova nella stessa Piazza del Crown Plaza. Solo che qui i resti sono nascosti in uno dei tavoli del pub!

     

    Maggiori informazioni le troverete all’USE-IT DESK a Bruges. Oppure scaricate la USE IT MAP della città qui www.use-it.be/bruges/map (la carta è aggiornata e non ha scopi commerciali. Potete scaricarla e stamparla gratuitamente).

    Potrebbe interessarti

    • Diciamocelo: tutti noi vorremmo poter vivere a Roma. Una grande città che offre di tutto e al tempo stesso profuma di mare, si colora di pini marittimi e di strade panoramiche. Ottima cucina, cuore pulsante d'Italia, la grande Storia a ogni passo: beh, davanti a tutto questo, i difetti e…
    • Se avete sempre voluto l'America, ora è tempo di andarci. Questo paese ti cattura, si gira facilmente ed offre esperienze di viaggio a non finire. Se morderete un hot dog di Chicago, poi, sarete americani per sempre! Parola di Claudia Vannucci, blogger di Viaggi Verde Acido, che abbiamo intervistato per…
    • Grazie al suo patrimonio culturale e al suo paesaggio, la Toscana è in grado di soddisfare un ampio ventaglio di esigenze: turismo d'arte e balneare, terme, montagne, campagna. Musica, storia, arte, si legano e si intrecciano ad una cultura enogastronomica di eccezionale qualità e quantità. Marco Polo ha intervistato questa settimana…