Dormire in Portogallo: breve guida a «pousadas» e «solares»

altro

Alloggiare in una guest house portoghese è un’ottima possibilità per conoscere a fondo le tradizioni locali. Ecco una breve guida che vi aiuterà nella scelta. Potete scegliere tra pousadas (edifici storici riconvertiti in suggestivi alberghi) e solares, ex residenze nobiliari che oggi sono gestiti come bed & breakfast.

Castelo de Palmela, una delle più fascinose pousada
 

Un po’ di storia, prima di tutto!

Mosteiro de Guimarães, la pousada. Più storica di così…

Il 19 aprile 1942 fu inaugurata la prima pousada a Elvas, cittadina di confine, per offrire alloggio ai turisti provenienti dalla Spagna. All’epoca il prezzo per una camera doppia ammontava a soli 80 escudos (€0,40). Le pousadas nacquero come foresterie statali concepite sul modello dei paradores spagnoli e offrivano agli ospiti delle sistemazioni molto semplici e pasti basati sulla cucina regionale.

L’idea fu dell’allora dirigente del Segretariato Nazionale di Propaganda, António Ferro. Quest’ultimo, in occasione della cerimonia inaugurale annunciò: “Al giorno d’oggi, in Europa, si costruisce quasi esclusivamente a fini bellici. Le nostre pousadas invece saranno delle fortezze della pace, dei veri rifugi all’insegna del benessere e della tranquillità”.

 

Alberghi di lusso dal fascino storico

Atmosfera all’interno della pousada Mosteiro de Guimarães

Oggi, a distanza di oltre settant’anni, in Portogallo ci sono più di 40 pousadas (www.pousadas.pt), che fanno parte di una catena di alberghi a gestione privata e sono considerate sistemazioni di grande pregio. Accolgono infatti i viaggiatori all’interno di magnifici edifici storici o nel bel mezzo di splendidi paesaggi – se non entrambe le cose. Così, in località come Óbidos o Estremoz si può alloggiare in castelli interamente restaurati, a Marvão in abitazioni rustiche, a Évora e a Beja in ex conventi.

Una delle pousadas più belle è sicuramente l’ex convento agostiniano Mosteiro de Guimarães, un edificio del XII secolo interamente restaurato che offre una splendida vista sulla storica città di Guimarães. Qui, gli ospiti alloggiano nelle antiche celle dei monaci che circondano il chiostro interno. I corridoi sono abbelliti con oggetti d’antiquariato e le trombe delle scale con splendide piastrelle. Invece, un esempio mirabile di complesso moderno, che spicca per la splendida veduta panoramica sulla città, è la pousada di Bragança nell’estremità nordorientale del paese.

 

Artigianato e antiquariato

Le pousadas dovevano essere piccoli alberghi in cui gli ospiti potessero sentirsi come a casa propria, immersi nella giusta atmosfera portoghese mentre visitavano il paese. Elementi come mobili rustici e artigianato locale facevano parte di un’esperienza all’insegna del comfort e della semplicità.

Oggi, paradossalmente, il costante miglioramento dei servizi o erti dalle pousadas ha comportato un allontanamento dalle intenzioni iniziali, con un graduale distacco dalle proprie radici e dalle origini propagandistiche di Ferro che proclamava: “Se un ospite, mettendo piede in una delle nostre pousadas si sen- te come a casa propria, allora abbiamo realizzato il nostro scopo”.

 

La casa del navigatore

Lo storico Solar dos Condes da Azenha

A un paio di ore di strada, muovendo verso est nella regione di Trás-os-Montes, il comune di Macedo de Cavaleiros ospita il Solar das Arcas (www.solaresdeportugal.pt), un’abitazione di proprietà della famiglia Pessanha. Fu costruita tra il XVII e il XVIII secolo per i discendenti di un navigatore genovese che il re Dionigi aveva accolto in Portogallo nel corso del XIV secolo.

Gli appartamenti hanno mobili in legno, tutto è in stile prettamente rustico, ma arredati con un tocco di modernità, grande cura del dettaglio e piccole opere d’arte. Gli unici suoni che si percepiscono dall’esterno sono i rintocchi delle campane e lo scalpitio degli zoccoli dei cavalli. La famiglia vi delizierà con ottimi salumi fatti in casa e vino di produzione propria, vi saprà inoltre fornire preziosi consigli sulle escursioni, i tour in bicicletta e le gite a cavallo che si posso- no fare in questa regione.

 

Ospiti in case signorili

Il solar di Paço de Calheiros

Chi fosse in cerca dell’atmosfera autentica che si respira in un’abitazione privata, può alloggiare in un solar presso una famiglia portoghese. Si tratta di alloggi tutt’altro che semplici: i solares (www.solaresdeportugal.pt) infatti sono guest house collocate all’interno di case signorili completamente restaurate, in cui si è accolti con molto calore, si ha l’opportunità di rinfrescare il portoghese e di gustare squisite specialità fatte in casa.

Tutti questi alloggi fanno capo all’organizzazione Solares de Portugal che ha l’obiettivo di promuovere un turismo di qualità e di preservare il patrimonio storico e culturale che questi edifici rappresentano. Una tipica sistemazione signorile è ad esempio quella di Paço de Calheiros (www.pacodecalheiros.com), situata nella valle del Rio Lima e gestita da un’antica famiglia di conti. Costruita nel XVII secolo, la tenuta si trova in fondo a un viale bordato da alberi di magnolia. Nel giardino c’è una splendida fontana di pietra…


Potrebbe interessarti

  • Viviamo in un mondo meraviglioso e la voglia di viaggiare nasce dal desiderio di scoprire luoghi sorprendenti. Come quelli che abbiamo raccolto in questa top ten.   Myanmar, pagoda di Kyaiktiyo In Myanmar è il terzo luogo di pellegrinaggio più importante per i buddhisti e secondo la tradizione qui sarebbe…
  • Sempre più persone ne parlano, sempre più turisti si lasciano inebriare dalla loro bellezza e dai loro vini. Andiamoci anche noi! Panorama delle Langhe © Simona Pio Articolo di La Simo in viaggio Le Langhe sono una bellissima regione collinare che si trova nel sud del Piemonte. Il territorio è…
  • Quante volte sareste rimasti un po' perplessi e ammirarti guardando in TV quei servizi che raccontano di luoghi in in cui la vita umana può esprimersi al meglio, felice, longeva e ultracentenaria? In questo articolo abbiamo raccolto alcuni luoghi che vi invitiamo a provare, se non altro per un sano…