E la mancia? (Parte 2)

  • destinazione: - - -
  • Consigli utili

    È arrivato il momento di completare la risposta a una domanda abbastanza difficile per noi italiani, che non siamo così abituati a districarci tra le usanze in fatto di mance nel resto del mondo. Dopo aver affrontato i maggiori paesi europei, ecco come funzionano le cose altrove: da paesi in cui la mancia è d’obbligo a regioni dove è considerata un’offesa.

    Stati Uniti e Canada
    Dal momento che i dipendenti dei ristoranti spesso vivono esclusivamente di mance e solo di rado ricevono un regolare stipendio, il calcolo dovrebbe attenersi a percentuali abbastanza alte: si parte da un approssimativo 15-20% come minimo. In albergo, i facchini ricevono un dollaro per ogni bagaglio, le cameriere ai piani uno o due dollari a notte: lasciate la somma in posizione ben visibile sul cuscino.

    Nord Africa
    In Marocco, Tunisia ed Egitto è normale lasciare una percentuale del 10-15% soprattutto nei ristoranti, ma anche i lavoratori di altri campi e addetti a vari servizi saranno contenti di ricevere  una “baksheesh”.

    Emirati Arabi Uniti
    A Dubai si calcola una mancia del 10%, se il costo del servizio non è già addebitato sul conto. Tuttavia, bisogna talvolta prestare attenzione e distinguere tra arabi molto orgogliosi e personale di servizio straniero, che invece fa spesso affidamento sulle mance dei clienti.

    Russia
    Non esiste un’esplicita tradizione che regolarizza l’utilizzo delle mance. I ristoranti di alto livello includono spesso nel conto una tassa di servizio.

    Asia
    Per molti asiatici offrire un buon servizio è naturale e di conseguenza ricevere una mancia è percepito come uno sminuimento. Soprattutto in Giappone questa pratica è ritenuta addirittura un insulto. Le eccezioni sono i centri turistici più influenzati dagli standard occidentali, come la Thailandia, dove lasciare un extra di circa il 10% è ormai consuetudine. Anche le cameriere ai piani saranno felici di ricevere un piccolo riconoscimento in denaro.

    America Centrale
    È bene lasciare una mancia del 10% a camerieri, addetti al servizio ai piani e parcheggiatori, anche se non esiste nessun obbligo, norma o consuetudine a proposito.

    Isole del Pacifico
    Attenzione: le tradizioni locali proibiscono l’accettazione delle mance! Evitate quindi di mettere qualcuno in imbarazzo. L’unica eccezione è la Polinesia Francese, dove le consuetudini che regolano questa pratica sono le stesse che vigono in Francia.

    Australia e Nuova Zelanda
    Mentre in Australia è tutt’ora inusuale lasciare una percentuale, in Nuova Zelanda è normale premiare un buon servizio. In caso siate veramente soddisfatti, potete lasciare una somma pari al 10% del conto.

     

    [Liberamente tradotto da un articolo di Solveig Michelsen]

    Potrebbe interessarti

    • Non è una domanda facile, poiché le abitudini cambiano molto a seconda della destinazione: per evitare gaffe nel vostro prossimo viaggio, ecco un elenco delle usanze nei maggiori paesi europei. Leggete qui la seconda parte, dedicata al resto del mondo. Austria e Germania È consuetudine lasciare un 5-10% del conto…
    • Mettete in borsa, anzi nel cruscotto, la nostra nuova carta stradale dedicata al Lazio e partite con un filo di gas a godervi lo splendore di questo micro viaggio. Nella Tuscia laziale, in poco più di 60 km, vi aspettano sapori, storie e macchine del tempo.   Civita Castellana, prendeteci…
    • A Rodi il sole è di casa. Gli antichi Greci credevano che, in occasione della spartizione del mondo, Zeus avesse assegnato la quarta isola greca in ordine di grandezza al dio del sole Helios. I meteorologi contano 270 giorni di sole l’anno, che su 365, non sono niente niente male...…