Il Galles è… 6 motivi per amarlo subito!

  • destinazione:
  • Top list

    Pieno di fascino, mistero e paesaggi leggendari, il Galles regala molte soddisfazioni ai viaggiatori più curiosi. Abbiamo chiesto a Giovy Malfiori, blogger di Emotion Recollected in Tranquillity di guidarci alla scoperta di questa nazione magica e in fondo poco conosciuta. Prendete nota e poi vivete l’avventura con la nostra carta stradale!

    Il Castello di Conwy, uno dei simboli del Galles
    Il Castello di Conwy, uno dei simboli del Galles

    Castelli da primato

    Il Galles è la nazione del Regno Unito con più castelli in assoluto: ruderi o splendidi manieri che siano. La Scozia in questa sorta di “gara” sui generis arriva seconda. Molti dei castelli del Galles sono stati voluti dal sanguinario Edoardo I, durante la sua campagna di espansione. Alcuni dei castelli di Edoardo I formano ora una sorta di percorso che si chiama Iron Ring, un itinerario che vi porterà a scoprire molto delle fortezze del Galles. Due, imperdibili, tra tutti: quello di Caernarfon, considerato ad oggi il castello del Principe di Galles e quello di Harlech che, fiero ed altero, domina la Cardigan Bay.

    Benvenuti alla stazione di Llanfairpwllgwyngyllgogerychwyrndrobwllllantysiliogogogoch
    Benvenuti alla stazione di Llanfair… trattenete il respiro!

    Il nome più lungo

    Quando si parla di viaggi in Gran Bretagna, il Galles è citato spesso perché qui si trova il villaggio dal nome più lungo del mondo. Quello che non tutti sanno è che si tratta di una… mistificazione! Il toponimo Llanfairpwllgwyngyllgogerychwyrndrobwllllantysiliogogogoch nacque nella seconda metà dell’Ottocento solo per ottenere il primato e godere di un po’ di fama sulle cronache britanniche. A quel tempo era di moda ambire a record di questo genere, soprattutto per le zone meno considerate del Regno Unito come il Galles, terra da sempre associata a minatori, miniere e meteo infausto. Naturalmente il Galles è molto più di questo…

    Coastal Path, Galles: un invito a camminare
    Coastal Path, Galles: un invito a camminare

    Il regno della natura

    Il Galles è, inoltre, una terra dove madre natura ha grande importanza. Sapevate dell’esistenza del Wales Coastal Path? Si tratta di un sentiero nazionale che permette di percorrere tutta la lunghezza della costa del paese senza saltare nemmeno un centimetro. Sì, il territorio gallese è perfetto per gli amanti del trekking: grazie alla diffusione capillare del trasporto pubblico, organizzare un’escursione che non vi riporti direttamente al punto di partenza è molto facile. Gli amanti del dislivello troveranno pane per i loro denti sui Miners Track e Pyg Track, le due principali vie che portano alla cima del Monte Snowdon. Sir Edmund Hillary si allenò proprio sullo Snowdon prima di partire per conquistare la vetta dell’Everest.

     

    A tu per tu con la leggenda

    Il Galles è la patria di Re Artù, lo suggerisce la leggenda e lo conferma la storia. Goffredo di Monmouth, colui che nel Medievo scrisse il ciclo arturiano, era gallese e tutte le vicende che conosciamo prendono vita in Galles. Si dice che il nome Artù derivi dal gallese Arth Fawr, ovvero Arth il grande. Gli amanti di questo genere di saghe troveranno in tutta la parte settentrionale della nazione una grande ispirazione per viaggi indimenticabili.

    Millenium Stadium, Cardiff: tempio del Rugby
    Millenium Stadium, Cardiff: tempio del Rugby

    Rugby mania

    Per molti (per me sicuramente) Galles fa rima con rugby, sport che da quelle parti è sempre stato simbolo di grande lotta e rivalsa. Lo sport della palla ovale qui è praticato fin da piccoli, sia da maschi sia da femmine, e ogni partita è sempre un ottimo pretesto di aggregazione per ammirare uno sport davvero nobile, magari sorseggiando qualche pinta di ottima birra locale. La Real Ale gallese è una birra molto interessante, perfetta per essere accostata ai piatti della tradizione nazionale o britannica.

    Galles, colori dell'autunno nel Nord
    Galles, colori dell’autunno nel Nord

    Perfetto in ogni stagione

    Il Galles è una nazione (mi raccomando, non chiamatela mai regione!) capace di stupire in tutte le stagioni. D’inverno, per chi non lo sapesse, può essere una meta perfetta anche per ammirare l’aurora boreale che si fa spesso vedere a queste latitudini. Chi amasse la primavera non resterà deluso perché i prati e i giardini gallesi sono un tripudio di narcisi gialli danzanti. L’estate è piacevole, calda il giusto per girare tutto il giorno senza soffrire il caldo e regala cieli tersi alternati a nuvole dai colori meravigliosi. Non vi preoccupate se dovesse piovere, il vento pulirà il cielo in men che non si dica. L’autunno, poi, è una delle stagioni più belle: il foliage impera, soprattuttuo nella regione della Snowdonia.

    Potrebbe interessarti

    • Le carte con scala 1:300.000 coprono ampie porzioni di territorio mantenendo un alto dettaglio sulle le località minori e strade secondarie. Segnalano le località di interesse turistico, punti e strade panoramiche, i parchi e le aree naturali protette. Un ricco fascicolo interno con l'elenco di tutte le località indicate sulla…
    • Se vi stuzzica l'idea di pedalare senza fretta alla scoperta di alcuni degli angoli più suggestivi d'Europa, qui ci sono ottimi spunti per voi. Viaggiare pedalando, che grande avventura! I costi sono decisamente contenuti e l'impatto sull'ambiente sarà prossimo allo zero, perché l'unica CO2 emessa sarà quella dai vostri generosi…
    • Un viaggio in Provenza è una gioia per i sensi. Abbandonatevi alle sfumature della natura e ai semplici gusti regionali: candide pareti rocciose su un mare azzurro, fenicotteri rosa e tori neri, pinete color smeraldo e il lilla della lavanda sono un vero piacere per gli occhi, mentre il sapore…