Intervista con il blogger: Berlino

  • destinazione:
  • I consigli di chi ci vive

    Andrea Girolami è redattore di Wired.it e coordinatore del canale video Wired Tv. Ha da poco prodotto una bella guida a Berlino in video che vi embeddiamo anche in fondo a questa pagina. Gli abbiamo chiesto di raccontare al nostro blog qualcosa della capitale tedesca: ecco quali sono i suoi consigli per viverla al meglio.

    Raccontaci in poche parole chi sei e il tuo lavoro: come avete prodotto il video?
    Mi chiamo Andrea e sono un impallinato di video. Attualmente mi occupo dei contenuti video di Wired Italia tra cui la produzione di diversi format. Uno di questi in cui ci metto anche la faccia è “Dal tramonto all’alba” la nostra guida “a tempo” delle metropoli italiane e internazionali. Siamo partiti in 3, io la regista Ginevra e il fonico Luciano con un sacco di numeri di telefono e indirizzi e in poco più di un giorno abbiamo girato il tutto. Poi tornati a casa è un lavoro di edit e ritmo.

    Cosa ti ha colpito di più di Berlino, per cosa la ricorderai? Così, di getto e senza pensarci troppo
    Si parla di lei sempre come della città “in perenne rivoluzione”, la “metropoli dei cantieri aperti” ma in verità tutti quelli che ci abitano ti parlano di una capitale piuttosto sonnacchiosa in cui se vuoi ballare tutta la notte hai i tuoi spazi, ma anche se vuoi rimanere a bere una birra sottocasa.

    Il locale caratteristico dove mangiare tipico (e cosa si mangia!)
    La nostra guida notturna, Matteo, ci ha portati al Curry 36, dove mangiare il classico e buonissimo currywurst tedesco. Aperto a qualunque ora della notte è ovviamente abitato da una fauna delle più pittoresche: dagli hipster appena usciti dal club e personaggi un po’ svitati, uno di questi compare anche nel nostro video

    Un posto particolare dove dormire (e magari economico)?
    Ormai Airbnb viene usato più degli ostelli, io darei un’occhiata lì

    Il consiglio low budget (meglio se gratis)?
    Andare a mangiare all’Osseria con pochi euro potrete gustare un’ottima zuppa in stile post-sovietico

    Dove si può passare una serata alternativa?
    Vi dico la cosa più scontata: il celebre Berghain in cui però non ho mai avuto l’onore di andare. Mi sto preparando alla durissima selezione all’ingresso leggendo questo articolo.

    Il souvenir imperdibile da portare con sé a casa?
    Il segno del timbro sulla mano che non vuole andar via di qualcuno dei superclub di Berlino, segno che quella prima è stata una notte “intensa”.

    Potrebbe interessarti

    • di Silvia Demick, The Food Traveler La Svizzera non è forse la prima destinazione che viene in mente quando si pensa al turismo enogastronomico. Tuttavia, quello che molti non sanno è che il piccolo paese ha un patrimonio culinario ricchissimo. Le ricette variano molto da un cantone all’altro: le divisioni…
    • Seattle non è solo la patria del grunge, della Microsoft o di Starbucks! È una città piena di atmosfere e sempre sferzata dal vento delle nuove idee. Ce la racconta Silvia Demick, che è volata lassù, quasi al confine col Canada. di Silvia Demick, The Food Traveler Ho sentito parlare…
    • Berlino, vietato mancare! La capitale tedesca è una destinazione che va visitata per capire l'Europa di oggi. In questa intervista Silvia Demick, del blog The Food Traveler, ci racconta le sue scoperte nella città dell'Orso. E ci svela una tendenza che potrebbe arrivare presto anche da noi. Parlaci un po’ di te: che cosa…