Intervista con il blogger: Napoli

  • destinazione:
  • I consigli di chi ci vive

    Quanti luoghi comuni si sentono su Napoli? Sui Napoletani? E se una città ha così tanti luoghi comuni sulle sue spalle non sarà un po’ più speciale delle altre?

    Noi pensiamo di sì, e così ce la siamo fatta raccontare da due viaggiatori doc che a Napoli ci sono nati e che, dopo aver visitato tante città in ogni angolo del mondo, possono affermare a buon diritto che niente è paragonabile alla loro città. Nel bene e nel male.

    #vivilitalia #Napoli

    Raccontaci in poche parole chi siete e il vostro blog

    Rossella&Nicola

    Ci chiamiamo Nicola Spina e Rossella de Gennaro ed abbiamo rispettivamente 27 e 26 anni. Siamo due viaggiatori vecchio stampo con uno smisurato amore per i viaggi, non ne portiamo uno a termine che già siamo alla ricerca del prossimo.

    Per noi non esiste un viaggio migliore, né uno minore, ognuno ha contribuito a dare forma e struttura alla nostra personalità. Alcuni anni fa, dopo numerosi viaggi effettuati in lungo e in largo per l’Europa, abbiamo deciso di aprire il blog Viaggiatori Low Cost, in modo da poter condividere le nostre esperienze e tante informazioni utili con tutte le persone che come noi amano viaggiare.

    Nel blog, oltre le esperienze di viaggio, sono presenti anche numerosi consigli e informazioni su come, dove e quando viaggiare low cost.

     

    Ora però parlateci di Napoli…

    Le vie del centro

    Certo, è la città in cui siamo cresciuti! Napoli è a nostro avviso la città più bella del mondo, una bellezza naturale e non artefatta capace di trasmettere mille emozioni diverse in altrettante situazioni. Una visita a Napoli è consigliata non solo per le numerose bellezze artistiche, architettoniche e paesaggistiche ma anche per assaporare i piatti tipici della cucina partenopea, una cucina dalle radici molto antiche capace di soddisfare anche i palati più fini. Una delle cose per cui rimane facilmente impressa è il paesaggio, dai punti più alti della città (Vomero, ecc.) si gode di viste mozzafiato del golfo e della parte bassa della città alle cui spalle si staglia imponente il Vesuvio, dei veri e propri panorami da cartolina!

     

    Il locale caratteristico dove mangiare tipico (e cosa si mangia!)

    Consigliare un solo locale in una città come Napoli, considerata anche la Capitale dello Street Food, è davvero un’ardua impresa. Per tale motivo preferiamo darvi delle dritte su alcuni locali dove mangiare un’ottima sfogliatella e una pizza eccellente. Per quanto riguarda le sfogliatelle non perdetevi quelle dei F.lli Attanasio (Vico Ferrovia, 2), da Rosy (all’interno della Galleria Umberto I), Scaturchio (Piazza San Domenico Maggiore, 19) e Pintauro (Via Toledo, 275).

    Una pizza grandiosa!

    Per quanto riguarda la pizza vi consigliamo la Pizzeria DiMatteo (Via dei Tribunali, 94), Antica Pizzeria dell’Angelo (Piazzetta Nilo, 16), la Pizzeria Shekkinah (Via Filichito, 102 – Volla) e la Pizzeria di Gino Sorbillo (Via dei Tribunali, 32). La Pizzeria Shekkinah non si trova a Napoli centro ma in un paese confinante con la periferia orientale. Vi consigliamo tale pizzeria soprattutto per assaporare la Pizza Fiocco, un’invenzione dei maestri pizzaioli F.lli Susta il cui gusto è il più imitato non solo a Napoli ma anche nei Paesi Vesuviani. Gli ingredienti della pizza fiocco sono: mozzarella, prosciutto cotto, panna e fiocchi di patate.

    Pizza Fiocco

    Un posto particolare dove dormire?

    Noi consigliamo sempre di trovare un alloggio nei seguenti quartieri partenopei: Chiaia, Posillipo o Vomero. Sono tre quartieri molto belli, ricchi di storia e di monumenti di alto valore. Il costo di un soggiorno in queste parti della città è un po’ più alto rispetto alle altre zone ma ne vale sicuramente la pena. Se dovessimo scegliere un solo quartiere tra i tre sopra citati sceglieremmo Chiaia e vi consiglieremmo di alloggiare a Mergellina, una delle zone più belle e affascinanti di Napoli da cui si può godere anche di un bel panorama sul lungomare cittadino.

     

    Il consiglio low budget (meglio se gratis)?

    Per par condicio daremo un consiglio low budget ed uno gratis! 😀 Il consiglio low budget è quello di visitare assolutamente la Cappella Sansevero per ammirare il Cristo Velato, una bellissima scultura in marmo di Giuseppe Sanmartino la cui pecularietà è che il velo coprente la statua del Cristo sembra reale anziché scolpito nel marmo. L’ingresso alla Cappella Sansevero costa solo 7€ a persona.

    Castel dell’Ovo

    Il consiglio gratis è invece la visita a Castel dell’Ovo, il castello più antico di Napoli nonché uno dei suoi simboli principali. All’interno potete visitare le due torri, la Sala delle Colonne e tanto altro, il tutto gratuitamente. Non perdetevi la vista che si gode dalla terrazza panoramica e la possibilità di scattare qualche foto in compagnia dei cannoni di guardia lì presenti.

     

    Il souvenir imperdibile da portare con sé a casa?

    Pulcinella e il babà

    Anche qui siamo molto combattuti, i souvenir da portare con sé da Napoli sono tanti ma se proprio dobbiamo deciderne uno vi consigliamo la statua di Pulcinella, quale miglior ricordo della città se non la raffigurazione della maschera napoletana per eccellenza?

     

    Potrebbe interessarti

    • Tante novità, molta tradizione, sapori e atmosfere inconfondibili: benvenuti a Napoli, una delle città più belle del mondo! Seguite il filo rosso delle esperienze che vi suggeriamo in questo articolo e vivete la città fino in fondo con la nostra guida - non vorrete più andare via! Una scenografia straordinaria Iniziate con un panorama…
    • Il primo sole di aprile ci invita a spalancare le finestre e a stare all'aria aperta. E chi non vorrebbe spalancare le finestre davanti al mare? Chi non ha questa fortuna può però permettersela con poco. Basta raggiungere una delle regioni più belle della nostra Italia, la Liguria: qui potete…
    • Sognate un viaggio ad Atene? Avete poco tempo a disposizione, ma volete scoprire la città lontano dai percorsi turistici? Seguite questi 10 consigli della gente del posto e vivrete un’esperienza indimenticabile.   Tour su misura Il grande poeta John Milton non sbagliava: Atene è l’occhio della Grecia, madre delle arti…