Isole Baleari: quale delle quattro?

  • destinazione:
  • Mare e spiagge

    Quando si pensa a un viaggio alle Baleari c’è un solo rischio: cadere nell’imbarazzo della scelta. Preferite concentrarvi su movida, natura, storia o dedicarvi al relax assoluto? Ecco i nostri consigli per giocarsi al meglio questo poker d’assi!

     

    Ibiza, le note dei dj risuonano sulle spiagge più che mai
    Ibiza, le note dei dj risuonano sulle spiagge più che mai

    Ibiza, è sempre lei la più guapa

    Perché sceglierla: Ibiza è l’isola giusta per guardare e farsi guardare. Non ha dimenticato la sua anima trasgressiva e festaiola, quella che l’ha resa celebre nei mitici anni ’60 e ’70. A Ibiza Città, alzate subito il tiro con una puntata da El Divino, la discoteca di lusso nell’esclusiva zona del porto, dove stile e glamour sono ai massimi livelli, o al Café Sidney, che i personaggi del jet set raggiungono scendendo direttamente dal loro yacht di iper lusso.

    Come arrivarci: Ibiza è servita dai voli low cost di Vueling (Ancona, Milano, Roma), Easyjet (Milano) e Ryanair (Bergamo, Torino). Per un approccio via mare, potete imbarcarvi a Barcellona su un traghetto di Transmediterranea o Direct Ferries.

    Guida Marco Polo: Ibiza e Formentera

     

    Formentera, gita al faro
    Formentera, gita al faro

    Formentera: l’isola della pace

    Perché sceglierla: i tempi in cui Formentera era un rifugio per gli hippy sono lontani, è vero, ma l’isola non ha perso la sua vocazione di buen retiro spiriturale. Qui vivrete una grande esperienza a contatto con la natura selvaggia delle Baleari, tra 20 km di litorali sabbiosi, rigogliose pinete, calette rocciose incontaminate, saline e laghi interni. Assaporate il fascino selvaggio di Cap de Barbaria, spingendovi all’estrema punta meridionale dell’isola. Per arrivarci costeggerete campi e pinete e passerete vicino ad alcuni resti megalitici del II secolo a.C. Non stupitevi: non siete certo i primi a desiderare profondamente di mettere radici qui!

    Come arrivarci: non esistono voli per Formentera. L’unico modo per raggiungere l’isola è partire dal porto di Eivissa a Ibiza con una nave o un traghetto.

    Guida Marco Polo: Ibiza e Formentera

     

    I vicoli di Maiorca sono super accoglienti per i bambini
    I vicoli di Maiorca sono super accoglienti per i bambini

    Maiorca: natura mozzafiato

    Perché sceglierla: dimenticate lo stereotipo che dipinge la più grande isola delle Baleari come meta del turismo di massa o come vetrina del lusso più sfrenato. Sì, a Maiorca potreste incontrare anche rockstar e teste coronate, ma oggi la sua caratteristica principale è la bellezza della natura, tutelata da norme ambientali molto severe. Vivete un’esperienza al top visitanto il Parc Natural Mondragó: il suo comprensorio, la baia turchese e la spiaggia di sabbia fine sono quasi del tutto liberi da insediamenti umani e assomigliano molto a come era il mondo il giorno dopo la creazione.

    Come arrivarci: soprattutto in estate, l’aeroporto Son Sant Joan di Palma è ben collegato all’italia da voli low cost. Cercate il volo più adatto a voi nei siti di Vueling (Milano, Roma, Palermo e molte altre), Volotea (Bari, Palermo, Pisa, Venezia, Verona, Torino) e Easyjet (Milano, Napoli).

    Guida Marco Polo: Maiorca

     

    Minorca, paradiso in terra e in mare
    Minorca, paradiso in terra e in mare

    Minorca: un’oasi di pace tra pini d’Aleppo

    Perché sceglierla: la sensibilità ambientale è ormai diffusa in tutte le Baleari, ma è Minorca la regina indiscussa della pace e della tranquillità, come sanno benissimo nibbi, aquile, falchi e tartarughe marine che la abitano. Proprio per la varietà di flora e fauna l’isola è stata dichiarata Riserva della Biosfera dall’UNESCO, e quindi è qui che dovete venire per scoprire il volto veramente incontaminato dell’arcipelago. Anche l’uomo, però, ha lasciato la propria impronta, e per una volta nel modo migliore. Vi aspettano tracce della presenza araba prima della Reconquista, ma soprattutto affascinanti vestigia dell’Età del bronzo. Parliamo delle navetas, piccole piramidi che s’incontrano nella parte occidentale dell’isola e che per la forma ricordano navi capovolte.

    Come arrivarci: nei mesi estivi Minorca è collegata da voli low cost di Easyjet (Milano, Napoli, Venezia) e Vueling (Torino, Milano, Napoli, Roma).

    Guida Marco Polo: Minorca

    Potrebbe interessarti

    • Negli anni iniziali del boom turistico l’isola si era guadagnata la pessima fama di meta per eccellenza del turismo di massa, ma ormai si è trasformata in un microcosmo multiculturale con infrastrutture esemplari e gastronomia di qualità, senza aver deturpato il suo bene più prezioso: la bellezza mozzafiato della natura.…
    • Le carte con scala 1:150.000 coprono ampie porzioni di territorio mantenendo un alto dettaglio sulle le località minori e strade secondarie. Segnalano le località di interesse turistico, punti e strade panoramiche, i parchi e le aree naturali protette. Un ricco fascicolo interno con l'elenco di tutte le località indicate sulla…
    • Dalla costa selvaggia ma piena di calette accoglienti del Monte Argentario, fino alle isole dell'Egeo e alle loro acque cristalline. Queste dieci splendide spiagge d'Europa hanno un solo difetto: vi verrà la tentazione di provarle tutte, in una sola estate! Sardegna, granelli di quarzo Le sfumature vanno dal verde, al rosa, fino al…