Londra… e se piove?

  • destinazione:
  • Vita in città

    Che cosa fare a Londra con la pioggia? Ecco un bel po’ di consigli dalla nostra guida. Prendete nota, perché nella capitale britannica è molto molto probabile che vi servano!

    Piccadilly, scende la pioggia, ma che fa!
    Piccadilly, scende la pioggia, ma che fa!

    Viaggio nel tempo

    Prima un tuffo nel passato tra i quadri della National Portrait Gallery, dove potrete farvi ispirare dall’unica raffigurazione nota di William Shakespeare. Poi un’ottima cena con vista panoramica dal Portrait Restaurant, all’ultimo piano dell’edificio. Ovviamente, al riparo dalla pioggia.

     

    Uno scrigno di tesori

    Il famoso architetto che progettò la Bank of England e che, nato da umili origini, fece grande fortuna nella Londra dei Lumi, visse in questo palazzo ricco di oggetti di valore, oggi sede del Sir John Soane’s Museum. A proposito di lumi: il primo martedì sera del mese potete partecipare a una visita guidata a… lume di candela.

    Londra, godetevi il vostro tè
    Londra, godetevi il vostro tè

    Teatime

    Difficile scegliere tra i numerosi tè che compaiono sulla carta del piccolo ma raffinato Postcard Teas, il negozio giapponese di tè di Timothy d’Offay, importatore ed ex mercante d’arte. Il sabato dalle 10 alle 11, su prenotazione, potete anche partecipare a un corso di degustazione per imparare a riconoscere le varietà della tipica bevanda inglese. Applicatevi, a Londra questa è una materia di studio molto seria!

     

    Il centro commerciale più grande d’Europa

    Se amate fare shopping dovete visitarlo: il Westfield – con circa 400 negozi e ristoranti su 150.000 mq – è molto frequentato anche dai londinesi, ma grazie alla razionalità con cui è stata concepita la struttura non risulta mai troppo confusionario o affollato.

    Londra, atmosfere di Spitalfields (la pioggia non tarderà!)
    Londra, atmosfere di Spitalfields (la pioggia non tarderà!)

    London sound

    Il negozio di dischi Rough Trade East è il luogo ideale per ascoltare un po’ di buona musica. La scelta è molto ampia e va dall’indie, al rock e alla dance, fino al countryfolk. E se il tempo migliora, potete anche fare una passeggiata a Brick Lane, che attraversa lo storico quartiere di Spitalfields.

     

    Un cocktail da vertigine

    Il cocktail bar in vetro del piano più alto del DoubleTree Hilton – Tower of London offre una vista meravigliosa sulla parte sud della città, con i suoi celebri ‘totem’, dal Tower Bridge a St Paul. Passata la pioggia, prendete un po’ d’aria nella terrazza sul tetto.

    Potrebbe interessarti

    • Passa il tempo, cambiano i primi ministri e il quadro politico, uno scozzese vince addirittura per la seconda volta a Wimbledon (Andy Murray quest'anno), ma Londra non perde la sua caratteristica principale: sapere catalizzare nuove energie e introdurre novità nelle nostre vite. In questa intervista ci parla di 'lei' e del…
    • Nella classifica delle città europee più visitate Londra si posiziona davanti a Berlino e Barcellona. Gli autobus rossi a due piani, la torre dorata del Big Ben, l’imponente cupola della Cattedrale di St. Paul, l’architettura neogotica del Tower Bridge: tutti dovrebbero aver visto almeno una volta la capitale inglese –…
    • Londra chiama, e il vero fan del rock risponde! Ecco una rassegna dei luoghi di culto per gli intenditori di questa musica esplosa nella capitale britannica con i gloriosi Sixties. Li racconta per noi Arianna Serra, blogger di The Travel planner e londinese per vocazione. di Arianna Serra London calling cantavano i Clash…