Londra: i consigli di chi ci vive

  • destinazione:
  • I consigli di chi ci vive

    Capitale sempre in movimento, dove anche le tendenze si rinnovano continuamente. Quali sono i consigli di un vero insider per non perdersi tra Greenwich, Big Ben e Westminster? Abbiamo intervistato Francesco, che dalla Puglia è volato oltremanica qualche anno fa. Fatevi ispirare, e per vivere al meglio i vostri giorni a Londra scoprite le magnifiche offerte in hotel super VIP con sconti da vero low budget di Secret Escapes!

    London
    Skyline sulla city di Londra

    Raccontaci in poche parole chi sei!

     

    Westminster, Londra
    Francesco con l’inconfondibile Westminster alle spalle

    Mi chiamo Francesco, vivo a Londra da quasi 10 anni, abito nel quartiere di Walthamstow e lavoro come responsabile dell’assistenza clienti e vendita biglietti in una stazione della metropolitana.

     

    Il primo posto dove porti chi ti viene a trovare a Londra?

    Dipende dal motivo principale della visita! Se è il turismo, prima di tutto li dissuado dal visitare Piccadilly Circus, (una rotatoria sopravvalutata!) e li porto a passeggiare lungo il Tamigi sul Southbank. Iniziando da Tower Bridge (fermata metropolitana Tower Hill) è possibile vedere (e fotografare) nel giro di poche ore attrazioni come Millennium Bridge, London Eye, Tate Modern, Big Ben, Westminster. Se invece è lo shopping, il grande mercato di Camden Town (fermata metropolitana Camden Town, aperto fino alle 18 circa), un enorme bazar di bancarelle dove è possibile acquistare di tutto, da vestiti vintage a oggetti decorativi fatti a mano, oppure il gigantesco centro commerciale di Westfield (fermata Stratford, aperto fino alle 21 circa) con decine di negozi di marca di ogni genere.

    Una volta a Westminster, traghetto da Westminster Pier fino a Greenwich Pier (circa 40 minuti di navigazione sul Tamigi, lontano dalla folla e dal trambusto di autobus e metropolitana e un punto di vista invidiabile) e lì, se le gambe dei visitatori reggono ancora, si visita il bellissimo distretto di Greenwich, con l’Osservatorio Reale, il Meridiano Zero, il parco, il Greenwich Market… Altrimenti si salta sull’Emirates Air Line, una funivia che attraversa il Tamigi con vista panoramica sui grattacieli di Canary Wharf e i nuovi quartieri di East Village.

     

    Il locale caratteristico dove mangiare tipico (e cosa si mangia!)?

    Londra
    Pie and mash

    I locali “Pie and Mash” sono un’istituzione che va scomparendo, l’equivalente inglese delle osterie. Di solito l’arredamento è in stile povero e in molti casi è ancora quello originale di molti decenni fa, e si mangia il Pie, Mash and Liquor, un piatto tradizionale di cucina povera che consiste in un pasticcio di carne avvolto in una sfoglia con purè di patate preparato a mano e una salsa verde a base di prezzemolo, per i più coraggiosi il menu completo include anguille in gelatina!

     

    L’attività preferita dagli abitanti di Londra?

    Birra, Londra
    Tutti al pub… e ognuno paga un giro!

    I londinesi non hanno il culto della “passeggiata in centro” come gli italiani, quasi nessuno passeggia per il gusto di farlo (i londinesi trottano a passo spedito ovunque vadano). Piuttosto l’attività preferita del londinese tipico (a parte lamentarsi e parlare del tempo) è sorseggiare pinte di lager in un pub, spesso mentre si guarda una partita di calcio in tv.

     

    Il consiglio low budget?

    Gli alcolici nei locali a Londra sono estremamente costosi, di solito una pinta di birra in un pub “indipendente” costa più di 5 euro, per cui se decidete di passare una serata in un pub, sceglietene uno della catena J. D. Wetherspoon (ce ne sono a decine in giro per Londra) dove la birra costa quasi la metà rispetto ai pub “indipendenti”. Se invece decidete di mangiare al ristorante, alcuni noti come “Bring Your Own Bottle” danno la possibilità a chi mangia di portare la propria bottiglia di vino o di bevanda a scelta, anche in questo caso permettendo un risparmio notevole. Il mio preferito è Antepliler in Green Lanes (fermata metropolitana Harringay Green Lanes), un ristorante turco dove si mangia benissimo!

     

    Dove passare una serata alternativa?

    Per una serata alternativa consiglio di stare alla larga dalla Zona 1 (piena di trappole per turisti!) e visitare il cuore della movida londinese ovvero i quartieri di Dalston, Shoreditch o soprattutto Brick Lane, laddove c’è l’imbarazzo della scelta con bar, locali alternativi, musica rock dal vivo, dance hall reggae, scantinati con musica elettronica… Insomma, ce n’è per tutti i gusti!

     

    La “perla” poco nota?

    Monument, Londra
    Francesco sul Monument con il Tower Bridge sullo sfondo

    Il Monument (fermata metropolitana Monument/Bank, aperto dalle 9.30 alle 17.30), una torre dorica alta 61 metri costruita per commemorare il grande incendio che distrusse parzialmente Londra nel 1666. Al prezzo di 4 sterline i visitatori possono salire i 311 gradini della scala a chiocciola interna fino in cima e godere di un fantastico panorama. Una volta tornati a terra si riceve un certificato che attesta l’avvenuta scalata.

     

    Potrebbe interessarti

    •   È divertente fare il "turista" in una città sconosciuta, passeggiando stupiti per le vie del centro a naso in su e bocca aperta. Ma è ancora più emozionante poter vivere la propria vacanza come un abitante del posto, conoscendo quel localino o quell'angolo nascosto che solo chi vive lì…
    • Visitare Londra con bambini - Finalmente un weekend lungo e la possibilità di fare quel viaggio a cui pensavi da un po’: andare a Londra con la famiglia! Per sfruttare tutte le possibilità che una capitale tanto poliedrica e verde ha da offrire, basta un po’ di organizzazione e pochi…
    • Sono stata in Belgio lo scorso ottobre a fare un giro tra Bruxelles, Bruges, Ghent e Anversa e ho scoperto alcune mappe della città assolutamente fuori dal comune. Le ho trovate nel primo ufficio turistico dove sono entrata, alla stazione di Ghent, e poi le ho cercate famelicamente in ogni…