Londra per foodie: da colazione a cena

  • destinazione:
  • Vita in città

    L’impatto con la cucina inglese si ricorda per tutta la vita, ma non sempre in positivo. Spesso chi visita Londra – e più in generale il Regno Unito – si limita a nutrirsi di junk food, vittima della convinzione che mangiare bene qui costi una fortuna. In realtà esistono tantissimi posti che servono cibo di ottima qualità a prezzi assolutamente abbordabili. Siete pronti per una giornata alla scoperta della Londra gastronomica?

    Londra St Paul
    Londra, skyline inconfondibile © Silvia Demick

     

    di Silvia Demick, The Food Traveler

     

    Colazione, la cosa più importante

    Daylesford Organic
    Daylesford Organic © Silvia Demick

    Per me la colazione è il pasto più importante: non riuscirei ad affrontare la giornata con un biscotto e una tazzina di caffè, nemmeno in vacanza. A Londra mi piace partire da Daylesford Organic. Siamo a Notting Hill, a pochi passi dalla confusione del mercato di Portobello Road che, specialmente nel weekend, attira migliaia di visitatori. Westbourne Grove è una via tranquilla e residenziale, al punto che si ha quasi l’impressione di essere in un villaggio di campagna. Daylesford Organic occupa tre vetrine tra un negozio di abbigliamento e uno di fiori, e nasconde al suo interno una caffetteria con qualche tavolo. Bisogna arrivare presto, perché altrimenti si dovrà aspettare per provare i piatti serviti a colazione: porridge, Eggs Benedict con bacon o salmone, pancakes, panini e brioches. Chi ha fretta può ordinare caffè o cappuccino al bancone del take-away, insieme a un dolce o a un panino da asporto.

     

    Dove: 208-212 Westbourne Grove, London W11 2RH 

    Metropolitana: Notting Hill o Ladbroke Grove

     

    Pranzo: un mercato antichissimo

    Borough Market
    Borough Market © Silvia Demick

    Dopo una colazione abbondante, il pranzo può essere un affare più veloce. Niente di meglio che un mercato dove provare prodotti che arrivano dalla campagna di tutto il paese: panini di salsiccia del Cumberland, torte salate al bacon e verdure, ma anche soluzioni più veg & detox come estratti di sedano, carota e cavolo. Borough Market è il food market più conosciuto e più visitato della città, ma rimane il più affascinante. Forse perché si tratta di un mercato antichissimo: sembra che le sue origini risalgano a oltre mille anni fa, quando Southwark Street rappresentava il punto di incontro dei mercanti che si spostavano dalla città, a nord, fino ai porti situati a sud. Una zona che nei secoli passati era fatta di vecchi edifici, taverne e personaggi loschi dediti a vari tipi di commercio, oltre a quello del cibo. Ora non rimane quasi nulla di quell’epoca, se non le stradine strette e i vecchi magazzini che ospitano negozi, pub e caffetterie.

     

    Dove: 8 Southwark St, London SE1 1TL

    Metropolitana: London Bridge

     

    Merenda? Sì, anche a Londra

    St John Bakery Doughnut
    St John Bakery Doughnut © Silvia Demick

    Anche in vacanza mi piace fermarmi da qualche parte per uno spuntino di metà pomeriggio. Durante il mio ultimo viaggio a Londra ho fatto la merenda dei miei sogni, provando finalmente il leggendario lemon curd doughnut di St. John Bakery, la storica panetteria aperta dallo chef Fergus Henderson. Da anni sognavo di provare uno dei bomboloni alla crema (e al cioccolato), ma non sono mai riuscita ad arrivare in tempo nella sede storica di Druid Street. La leggenda narra che appena sfornati finissero nel giro di pochi minuti, dunque avevo quasi perso ogni speranza. A fine settembre è stata aperta una nuova sede a Neal’s Yard, la piccola e coloratissima piazza a pochi passi da Covent Garden. La panetteria è davvero minuscola: appena un banco con i prodotti esposti – pane, biscotti, torte salate e doughnuts.

     

    Dove: 3, Neal’s Yard, London WC2H 9DP

    Metropolitana: Covent Garden o Tottenham Court Road

     

    Cena: as a local

    The Culpeper
    The Culpeper © Silvia Demick

    Quale posto migliore per finire la giornata se non in un pub, il locale più rappresentativo del Regno Unito? A Londra ce ne sono di tutti i tipi e per tutti i gusti e, purtroppo, moltissimi sono delle vere e proprie trappole per turisti. Soprattutto nelle zone più trafficate, come Covent Garden, Leicester Square e Carnaby Street. Io mi sono spostata leggermente a est di Liverpool Street, trovando il posto ideale nell’East End, in quella che in epoca vittoriana era l’anima popolare della città. The Culpeper si trova a metà strada tra lo Spitalfields Market e il mercato di Petticoat Lane, sulla trafficata Commercial Street. Qui vengono serviti piatti della tradizione inglese: semplici, saporiti e nutrienti. Tanta selvaggina, beef Wellington, paté di fegato e l’immancabile fish & chips. Il tutto accompagnato da birre prodotte da una serie birrifici londinesi.

    Come nella vera tradizione delle public house inglesi, The Culpeper ha cinque camere a disposizione degli ospiti: stanze confortevoli, spaziose e più economiche rispetto agli hotel tradizionali. Chi alloggia qui ha diritto al 10% di sconto sulle consumazioni del pub, e il primo giro di birre è offerto dalla casa.

    Dove: 40 Commercial Street, London E1 6LP

    Metropolitana: Aldgate East e Liverpool Street

    Potrebbe interessarti

    • Pensate anche voi che uno dei momenti più belli, quando si è in viaggio, è fare colazione? Benissimo, in questo articolo troverete pane per i vostri denti e balsamo per il vostro spirito, da New York City a una città che ha fatto del breakfast una gloria nazionale. New York,…
    • Monaco non è solo Oktoberfest. Questa città sa dare il meglio tutto l'anno, perché è piena di storia e cordialità e, sì, freschissima birra. articolo di Linda Fiumara, collaboratrice di Blog di viaggi Sì, Monaco può essere definita senza esagerare l'altra capitale della Germania, quella in cui la modernità non…
    • Il 2018 è partito e un bel po' di novità vi aspettano in viaggio. Dallo sport alla moda, ecco cinque città europee che vi aspettano per vivere nuove esperienze. Venezia, scopritela verde Non solo acqua! Finalmente Venezia riscopre i suoi meravigliosi giardini, veri e propri gioielli di nuovo accessibili ai…