Málaga e Granada, Semana Santa

  • destinazione:
  • Vita in città

    La Semana Santa è uno degli appuntamenti più attesi in Spagna. Ogni anno attira migliaia di viaggiatori, appassionati e curiosi. Le fotografie e le emozioni raccolte in questo articolo vi daranno un’idea immediata su che cosa fare e come vivere l’evento.

    Semana Santa consigli di viaggio
    Semana Santa, quest’anno il consiglio è: non mancate! © Enrico Pescantini

    Articolo di Enrico Pescantini

    La Semana Santa è la settimana che precede la Pasqua e in Andalusia trasforma letteralmente le città e i paesi in una festa continua! Ogni anno attira migliaia di persone e anche famose star del cinema come Antonio Banderas – che è nato proprio a Málaga – tornano nella loro città natale per partecipare alle processioni!

    Quest’anno l’appuntamento sarà da domenica 25 marzo a sabato 31 marzo, ovviamente prima di Pasqua. Ecco 5 motivi per non mancare.

     

    1. Le processioni a Málaga

    Malaga Semana Santa
    Málaga, la processione nel centro storico © Enrico Pescantini

    Le processioni seguono un itinerario prestabilito, ripercorrendo i misteri legati alla Passione di Gesù nella Via Crucis. Le strade della città sono letteralmente invase, tutti partecipano al rito collettivo. I penitenti hanno le età più varie: dai più piccoli che guidano il corteo agli adulti, che come da tradizione indossano il “nazareno”, una tunica scura con cappuccio per coprire il viso.

     

    2. I grandi fanno penitenza

    Semana Santa
    Malaga, un penitente che indossa il nazareno © Enrico Pescantini

    Nei vari cortei incontrerete spesso due “troni”, uno legato a un mistero della Via Crucis di Cristo e l’altro alla Vergine Maria: sono i Nazareni a portarli in processione, con varie funzioni: addetti al trasporto delle candele, delle Regole (i libri che normano le attività di ogno confraternita), delle lanterne, dei turiboli, degli incensieri e dai «promesas» (persone che hanno promesso di fare penitenza, in cambio dello scioglimento di un voto).

     

    3. Prima i belli

    Semana Santa Costaleros
    Malaga, costaleros di ogni età trasportano i carri della processione © Enrico Pescantini

    I portantini dei carri hanno l’onore più grande, e sono chiamati “costaleros”. La regola non scritta è che siano distribuiti per la loro… “bellezza”. I penitenti più giovani e prestanti sono in prima fila, in modo da aprire la strada agli altri. Belli o meno, è una fatica notevole sorreggere i carri! I “pasos” pesano fino a 2 tonnellate, e sono trasportati da 40 uomini: ciascuno di loro porta sulle proprie spalle fino a 50 kg per ben 8 ore!

     

    4. Granada, di sera dal balcone…

    Semana Santa Granada
    Granada, vista sulla processione da uno dei numerosi hotel del centro storico © Enrico Pescantini

    Durante questa settimana il centro di Málaga ribolle di attivitá, arte e tradizione: il rullare dei tamburi, l’odore dell’incenso ed i “tronos” multicolore si mischiano alla devozione del pubblico.

    Le strade strette della piccola città andalusa prendono vita, l’atmosfera è magica e festosa. I balconi degli appartamenti del centro di Málaga offrono la posizione migliore per seguire le processioni della Settimana Santa e farsi coinvolgere dai cori e dall’entusiasmo della gente.

    Alhambra Granada
    Granada, uno dei palazzi dell’Alhambra durante la visita notturna © Enrico Pescantini

    5. Una visita serale all’Alhambra

    Il palazzo dell’Alhambra è sicuramente la maggiore attrattiva di Granada e forse dell’intera Andalusia. Massima testimonianza dell’influenza araba nella regione, con i suoi edifici e giardini è una città in miniatura e nei 13 ettari dell’Alhambra, patrimonio Unesco, tutto è pensato per raggiungere la perfezione. La sua bellezza si esprime al meglio di notte, quando le luci donano un’atmosfera magica, da “Le mille e una notte”.

     

     

    Potrebbe interessarti

    • Infinite strade percorrono la Spagna, da quelle impervie dei Pirenei a quelle che corrono veloci sotto il sole andaluso. Sono strade tutte da vivere con la nostra nuova carta stradale! Apritela, studiatela, fatevi ispirare dalle suggestioni del suo innovativo booklet fotografico e iniziate a sognare con le idee che abbiamo raccolto per…
    • Le carte con scala 1:800.000 coniugano dettagliate informazioni a un’ampia visione del territorio. Segnalano le località di interesse turistico, punti e strade panoramiche, i parchi e le aree naturali protette e comprendono le piante delle città principali.  Novità: Contengono un comodo booklet fotografico che, come una guida turistica, racconta e…
    • Movida, tapas, musei straordinari, flamenco. Sì, a Madrid divertirsi è la norma. A patto però che non si violino alcune piccole norme di comportamento. Non date baci al contrario! Gli spagnoli si baciano sulle guance per salutarsi, ma nell’ordine inverso rispetto alle abitudini italiane. Fate attenzione perché se vi incrociate…