Marche, borghi a picco sul mare

Itinerari - Mare e spiagge

L’estate alle porte ci invita a scoprire nuovi luoghi, spiagge e mari non visti prima, meglio se circondati da una natura rigogliosa.

Marche, il Conero a Sirolo © Valentina Pierucci

Articolo di Valentina Pierucci – Una marchigiana in viaggio

Nelle Marche avrete l’imbarazzo della scelta! Potrete scoprire spiagge selvagge, affacciandovi da borghi a picco sul mare che vi regaleranno panorami da cartolina. Il mio viaggio parte da Fiorenzuola di Focara, antico borgo arroccato nel cuore del San Bartolo, nel Comune di Pesaro.

Fiorenzuola, orme dantesche © Valentina Pierucci

Da qui, percorrendo il Sentiero degli innamorati, potrete giungere a un balcone naturale da cui ammirare il litorale pesarese. Una delle porte del borgo riporta un’epigrafe molto particolare che ricorda i versi che Dante dedicò a Fiorenzuola nel canto XXVIII del suo Inferno:

Quel traditor che vede pur con l’uno, / e tien la terra che tal è qui meco / vorrebbe di vedere esser digiuno, / farà venirli a parlamento seco; / poi farà sì, ch’al vento di Focara / non sarà lor mestier voto né preco.

Il traditore in questione è il tiranno Malatestino di Verrucchio e, se la sua vicenda non vi tocca, considerate che per la bellezza delle sue strade panoramiche questa è un’ambita meta per motociclisti che accorrono qui da tutta Italia in sella alle loro moto.

Grottammare, atmosfera sospesa © Valentina Pierucci

Scendendo più a Sud, fino ad arrivare alla Provincia di Ascoli Piceno, non potrete non fare tappa a Grottammare. Con il suo lungomare di palme e un litorale di sabbia finissima, prima di arrivare in spiaggia e stendere l’asciugamano vi consiglio di andare alla scoperta del borgo antico, nella parte alta della città, Grottammare Alta, da cui potrete scattare bellissime fotografie.

Grottammare, luci di una sera in piazza

Nella visita sarete accompagnati da una piacevole brezza di mare che vi condurrà alla scoperta del Teatro dell’Arancio e delle innumerevoli viuzze su cui si caratteristiche abitazioni.

Riprendendo il nostro viaggio in direzione della Provincia di Ancona, giungiamo a Sirolo, vera perla dell’Adriatico incastonata nel Parco Naturale del Conero. Rupi scoscese e verdi pinete digradano fino a tuffarsi nel blu delle acque di questa che è una delle zone più affascinanti e selvagge della regione.

Anche il centro storico di Sirolo merita una visita. Senza fretta, lasciando orologi e cellulari a casa, qui potrete piacevolmente perdervi tra i profumi della cucina tipica e sorseggiare ottimi vini autoctoni, guardando il mare, fino a non riuscire più a distinguerne il confine con il cielo.

Potrebbe interessarti

  • La Slovenia è la classica bellezza a portata di mano, tanto vicina che rischia spesso di essere sottovalutata. Le idee di viaggio che state per leggere vi impediranno di commettere questo errore! Articolo di Claudia B. Voce del Verbo Partire Piccola, verde, ricca di panorami e cittadine, la Slovenia è…
  • Il mare d'inverno è molto più colorato e seducente di un film in bianco e nero visto alla TV, come vorrebbe la famosa canzone. In questo articolo i nostri consigli per riempire le vostre giornate invernali di luce e aria balsamica, lasciando cieli plumbei e maglie di lana rigorosamente a casa!…
  • Un raggio di sole, qualche grado in più e la voglia di mare scatta imperiosa. Ecco la nostra top 10 delle spiagge migliori per togliersi la voglia.   Lanzarote, senza rivali Per eleggere la spiaggia più bella di Lanzarote la lotta sarebbe dura, sabbiosa e assolata. Evitiamo di combattere e…