Marocco, il meglio delle città imperiali

Itinerari

Fès, Rabat, Marrakech e Meknès: sono le magnifiche quattro del Marocco, le città imperiali. In questo articolo vi diciamo le esperienze da non perdere. Anche se il Marocco non ha mai avuto un imperatore, ma ‘solo’ sultani e re, vi accorgerete che il fascino di questi luoghi è veramente imperiale!

Fès, Marocco, Bab Boujeloud
Bab Boujeloud, benvenuti a Fès

Fès, entrando dalla Porta Blu

Fès è uno dei centri più affascinanti di tutto il mondo islamico e viene chiamata, non a caso, la “perla d’Oriente”. Iniziate l’avventura nel modo migliore, dalla Porta Blu (Bab Boujeloud). Costruita nel 1913 in stile moresco spagnolo, è il più maestoso ingresso al centro storico. Decorata con mosaici color cobalto all’esterno e verdi all’interno, è l’emblema della città.

Rabat Marocco Torre di Hassan
Rabat, la magnifica solitudine della Torre di Hassan

Rabat, amore a prima vista

La capitale del Marocco, una metropoli da 2 milioni di abitanti, coniuga armoniosamente lo stile orientale e l’atmosfera europea. Prendete confidenza portandovi subito alla Kasbah Oudaya. Da qui, un po’ più in alto della medina, si apre una vista splendida sul mare e sulla vicina città di Salé, oltre che sul centro storico e sulla torre di Hassan. È il punto di partenza migliore per un giro alla scoperta della città. Gironzolate tra vicoli e stradine, visitate un piccolo museo, passeggiate nel parco e avvicinatevi in tutta tranquillità alla medina.

Marrakech Djemaa El Fna
Marrakech Djemaa El Fna

Marrakech, la vita è in piazza

Quando a Marrakech si parla di piazza, ovviamente si intende Djemaa el Fna. Qui c’è sempre movimento, soprattutto dal tardo pomeriggio in avanti. Incantatori di serpenti, cantastorie, saltimbanchi, donne impegnate a decorare mani e piedi con l’henné: un’esperienza originale, un tuffo nel Marocco più autentico. Se non volete immergervi nella frenetica confusione, potete osservare il variopinto spettacolo della piazza stando comodamente seduti al tavolo di un bar.

Bab Mansour a Meknes, Morocco
Bab Mansour, una porta decisamente “imperiale”

Meknès, forse la più autentica

La più piccola delle città imperiali (600.000 abitanti) spesso non è presa in considerazione dai turisti. Errore da non fare! Fondata nel XII secolo e divenuta capitale del paese due secoli più tardi, è un luogo dove è ancora possibile conoscere l’autentica vita marocchina. Il centro storico è incantevole, quasi completamente conservato. È inoltre sede della più bella porta cittadina del Marocco, la Bab Mansour, e del mausoleo di Moulay Isma’il, il “Re Sole magrebino”, che fece costruire le scuderie più grandi del paese, ebbe 30.000 schiavi e sposò 500 donne diverse. L’estrema prodigalità del sovrano portò il regno al declino, ma lasciò ai posteri edifici sorprendenti. Andiamo ad ammirarli?

 

 

Potrebbe interessarti

  • Visiterete le località più belle e interessanti del Marocco e scoprirete la loro varietà. Dal fascino delle antiche città imperiali a quello più moderno di alcune zone di Marrakech, fino al deserto, questo tour ha un solo difetto: vi farà passare completamente la voglia di tornare a casa! Ecco alcune…
  • Avete mai pensato di trasferirvi in Marocco? Andrea & Adelina, blogger di Map & Fork, ci raccontano la loro esperienza di 'emigranti al contrario', tra opportunità, consigli, ottimo cibo e un grande desiderio di scoperta. Parlateci un po’ di voi! Che cosa vi ha spinti in Marocco? Come indicato bene dal nome,…
  • Le carte con scala 1:800.000 coniugano dettagliate informazioni a un'ampia visione del territorio. Segnalano le località di interesse turistico, punti e strade panoramiche, i parchi e le aree naturali protette e comprendono le piante delle città principali. Un ricco fascicolo interno con l'elenco di tutte le località indicate sulla carta,…