Non fatelo a Copenaghen!

  • destinazione:
  • Consigli utili - Vita in città

    Anche nella felice Copenaghen ci sono alcune regole di condotta da rispettare. Ecco una breve rassegna che vi consigliamo di leggere con attenzione, a meno che non vogliate ridurre il tasso di… felicità generale!

    Copenaghen, il piacere di essere in armonia
    Copenaghen, il piacere di essere in armonia

    Disturbare la guardia

    Può sembrare divertente cercare di far perdere il controllo all’uomo dalla faccia seria sotto il colbacco di pelo d’orso. Ma non esagerate nel cercare di far ridere una delle guardie reali per scattare una fotografia simpatica. Chi riesce a strappargli un sorriso è tra i pochi fortunati.

    Copenaghen, cambio della guardia al Palazzo di Amalienborg
    Copenaghen, cambio della guardia al Palazzo di Amalienborg

    Criticare la Casa Reale

    Se credete che la monarchia sia una forma di governo superata, fate attenzione a esprimere gentilmente la vostra opinione. I danesi sono molto orgogliosi della loro famiglia reale e ammirano in particolar modo la regina, Margherita II.

     

    Discutere con la polizia

    Avete superato i limiti di velocità o avete parcheggiato in divieto e la polizia se n’è accorta? Mantenete la calma, litigare non conviene. I poliziotti di Copenaghen sono severi e ligi al dovere. Se credete di essere stati trattati ingiustamente, potete fare ricorso in seguito, con tutta calma.

    Copenaghen, eleganza anche a tavola!
    Copenaghen, eleganza anche a tavola!

    Essere impazienti

    La fretta non è una caratteristica dei danesi. Se nei caffè e nei ristoranti i camerieri non arrivano subito al tavolo, bisogna mantenere la calma. Chi ha fretta può ordinare al bancone e pagare subito. La bevanda si prende direttamente, il piatto è invece consegnato in un secondo momento.

     

    Trarre conclusioni affrettate

    Sulle panchine al parco è normale vedere uomini che bevono birra direttamente dalla bottiglia e donne che fumano sigari. Non vi meravigliate, è tutto nella norma.

    Contrattare non serve, basta servirsi
    Contrattare non serve, basta servirsi

    Negoziare nei luoghi sbagliati

    Copenaghen è costosa, ma non è il caso di mettersi a contrattare! Non è usuale chiedere lo sconto in negozi e ristoranti, tanto più che raramente si riesce a ottenerlo. Si può invece tentare di farsi fare un prezzo più conveniente dagli antiquari, nei negozi di antichità e nei mercatini delle pulci.

     

    Sopravvalutare l’esteriorità

    L’abbigliamento a Copenaghen non identifica automaticamente lo status o la classe sociale a cui si appartiene. Anche negli ambienti in cui vi aspettereste giacca e cravatta, è possibile vedere indossare un semplice maglioncino e scarpe da ginnastica.

     

    Spingere in fila

    Quando siete in coda all’ufficio postale, alla biglietteria della stazione o del teatro non cercate di superare chi vi sta davanti. È buona norma prendere un numero e attendere pazientemente il proprio turno.

    Potrebbe interessarti

    • Architettura, urbanistica, accessori per la casa, vestiti e high-tech: il design danese è famoso nel mondo. In questo articolo, le migliori esperienze per incontrarlo in giro per Copenaghen. Kalvebod, grande architettura al Porto Negli ultimi anni il Porto di Copenaghen ha trovato nuova vita, grazie a importanti interventi urbanistici. Una…
    • Copenaghen è innanzitutto la capitale di un regno (la sua monarchia è la più antica d’Europa), e a questo deve il fascino di città storica. Ma è allo stesso tempo un centro all’avanguardia, con architetture dalle linee avveniristiche. Contiene: Novità: itinerari e esperienze di viaggio per vivere una destinazione a…
    • Le carte con scala 1:15.000 sono uno strumento indispensabile per chi vuole visitare al meglio una città, anche la propria: la pianta dettagliata del centro arricchita con informazioni turistiche pratiche e la rete dei trasporti metropolitani. Con gli highlights delle attrazioni da non perdere.