Pescaturismo in Italia

  • destinazione:
  • Itinerari

    Con il pescaturismo trascorrerete una giornata diversa, alla scoperta della cultura, dei saperi e delle tradizioni marinare accompagnando i pescatori al largo, collaborando con loro e assaporando la sera stessa il pesce appena pescato.

    Questo tipo di turismo permette di scoprire l’ambiente costiero, il mondo sottomarino, cale altrimenti inaccessibili e le antiche tecniche di pesca. Diventa ittiturismo quando è completato da una serie di servizi a terra che coinvolgono le tradizioni degli antichi borghi pescherecci, come alloggiare nelle case dei pescatori e dedicarsi ad attività sostenibili.

     

    Chianalea, Calabria
    Pescherecci a Chianalea

    Calabria

    Da maggio ad agosto, quando il mare è calmo, da Cannitello, Scilla e Bagnara Calabra salpano le passerelle impiegate per la pesca allo spada. Dalla coffa, la vedetta avvista i pesci che vengono catturati con la fiocina da una passerella lunga più di 20 m montata a prua: è l’unica tecnica di pesca sostenibile attestata dai biologi marini. Non è un caso, quindi, se tra i suoi promotori vi sia anche il movimento Slow Food di Messina. Gite in barca con i pescatori anche con www.ristorantelascogliera.it, www.anfitrite.it, www.ristorantelaguardioladiamante.it

    Monopoli, Puglia
    Il porto vecchio di Monopoli

     —

    Sicilia

    Una gita per pescare con Charter Pesca prevede soste bagno nei luoghi più suggestivi, tra grotte marine e gli scenari incontaminati di Lipari, Salina, Vulcano, Panarea, oltre alla possibilità di pesca subacquea.

     —

    Puglia

    Si può fare un po’ di tutto nei mari della Puglia: pesca d’alto mare, corsi di surf, vela, immersione, escursioni su moto d’acqua e catamarani. E non mancano i pescatori che propongono uscite di pesca per i turisti. Potete chiedere informazioni sul pescaturismo nei principali porti pugliesi o presso le agenzie.

    Cinque Terre, Liguria
    In barca alle Cinque Terre

     —

    Liguria

    Nel bel mezzo delle Cinque Terre, a Monterosso (patrimonio Unesco dal 1997), Beppe ha iniziato a lavorare sulla propria barca promuovendo una pesca sostenibile sia per l’ambiente che per il fondale marino, troppo spesso messo a dura prova dalla crescente pesca industriale. Tra grotte e scogliere si ammira l’inconfondibile profilo di Punta Mesco, simbolo di quest’area del Levante Ligure.

    Potrebbe interessarti

    • Originalità e lusso - Com'è cambiata la vacanza in campeggio? Sono finiti i giorni della fila per una doccia fredda e dei pasti arrangiati sul fornelletto. Oggi i servizi sono di lusso e i ristoranti di qualità, le piazzole immerse nel verde e con vista mare, le tende sono yurte…
    • Un arcipelago per tutti. Le isole Baleari vi accolgono con tanto sole e vitalità. Le caratteristiche principali di Maiorca, Minorca, Ibiza e Formentera e tre highlight ciascuna scelti dalle Guide Marco Polo. Maiorca La maggiore delle Baleari corrisponde perfettamente all'immagine dell'isola paradisiaca fatta di sole, spiagge e mare; da meta…
    • In mezzo all'Egeo, millenni or sono, si ergeva un monte. Una violentissima eruzione lo fece sprofondare quasi 2.000 anni fa, sotterrò la più antica città europea (c'è chi dice fosse la leggendaria Atlantide!) e finì con il creare l'isola di Santorini, una perla del Mediterraneo fatta di spiagge, paesini candidi,…