Sri Lanka: 5 mete fantastiche e i consigli per godersele fino in fondo

Itinerari

Lo Sri Lanka è un Paese magnifico. Non è un caso che sia finito tra i Best in Travel 2019 della Lonely Planet. Saranno le persone miti, sarà la forte spiritualità, sarà l’abbinamento tra mare e giungla…

Sri Lanka, destinazione da sogno

Articolo di Roberta Isceri – In viaggio con Lollo

 

Di certo in quest’isola dell’Oceano Indiano, chiamata anche “lacrima dell’India” per la sua forma e posizione, ci sono tutti gli ingredienti giusti per un viaggio strepitoso. Ma quali sono le mete top? E quali i consigli da seguire per vivere l’avventura al meglio? Andiamo a vedere…

 

Sigiriya: una storia di misteri

Sigiriya © Roberta Isceri

Un immenso sperone di roccia, che a prima vista ricorda vagamente Uluru, in Australia. Basterebbe questa apparizione a definire “top” Sigiriya, ma a renderla ancora più speciale è la sua storia, ammantata di mistero. Fu sede di un monastero o di un palazzo reale? Date un’occhiata alle zampe di leone che si trovano alla base di una delle scalinate e cercate la risposta…

 

Kandy: il dente del Buddha

Kandy, il Tempio del Sacro Dente

Una città che, nonostante il caos, trasuda sacralità. Da non perdere: il Tempio del Sacro Dente, in cui si dice essere conservato un dente del Buddha. Un consiglio: andateci al tramonto, quando le file sono minori rispetto al mattino.

 

Ella: nel regno della natura

Sri Lanka, nei dintorni di Ella © Roberta Isceri

A prima vista è un manipolo di case e localini occidentalizzati. Solo camminando si può scoprire la natura variegata di Ella, dominata da piantagioni di tè e cascate.

 

Nilaveli: una spiaggia tutta per te?

Nilaveli, spiaggia strepitosa

Spiaggia semi-deserta, non ha nulla da invidiare a quelle del sud e dell’ovest: lunga, piena di palme e dall’acqua verde e trasparente. Meravigliosa per chi non ama la folla.

 

Galle: fascino coloniale

Il faro di Galle © Roberta Isceri

Affascinante città coloniale, dominata prima dai portoghesi e poi da olandesi e inglesi. Bellissimo camminare sui bastioni al tramonto, quando l’umanità vi si riversa allegramente.

 

Treno azzurro: consigli sulle prenotazioni

Il treno azzurro sul Ponte dei nove archi

Avete presente il famoso treno azzurro che porta da Ella a Kandy? Lo consiglio a tutti, per la lentezza e per le porte che rimangono aperte durante il viaggio, come succedeva in passato anche in Italia: due modi perfetti per godersi i bellissimi paesaggi. Ecco, sappiate che sarebbe meglio prenotare in anticipo il posto, perché spesso la quantità di persone è incredibile. Ad ogni modo, partite al mattino presto!

 

Tuk tuk: come farseli amici

Nei centri urbani, piccoli o grandi che siano, ci si muove in tuk tuk. Nelle città come Colombo e Kandy, prediligete quelli con la targetta del taxi. Altrimenti dovrete contrattare il prezzo (si tratta comunque di cifre irrisorie). Se volete girare l’isola in lungo e in largo, affidatevi a un driver. Basta fare domande in giro per trovarne uno, ma attenzione: sarebbe bene affidarsi a driver con certificato. Chiedete loro di mostrarvelo e contrattate il prezzo. Cinquanta euro al giorno è una cifra corretta.

 

La cucina: come vincere la monotonia

Cucina… uno dei piatti forti dello Sri Lanka

Ottima ma monotona. Riso e curry non solo è il piatto nazionale, ma quello proposto di continuo da ristoranti e guesthouse, che sia pranzo, cena o colazione poco importa. Speziato e piccante sono gli aggettivi giusti. In generale, comunque, il riso vi verrà quasi sempre servito in accompagnamento ad altri piatti.

Da non perdere l’hopper con uovo (sorta di crespella a base di farina di riso con uovo fritto al centro), che viene servito a colazione. Come dessert, provate il curd, yogurt di latte di bufala addolcito dal kitul, una sorta di melassa.

 

Da evitare, per non rovinarvi il viaggio

  • Non fatevi mai foto o video dando le spalle al Buddha o mettendovi di fianco a lui: è considerato offensivo. Piuttosto mettetevi di profilo. In questo modo, non sembrerete sullo “stesso livello” dell’Illuminato.
  • Non date la mano sinistra e non usatela nello scambio di denaro. È ritenuta impura.
  • Nello Sri Lanka si mangia con le mani, ma troverete posate ovunque, quindi non esitate a utilizzarle.
  • Non bevete acqua di rubinetto e non fatevi mettere il ghiaccio nelle bibite, per via di possibili infezioni. Prediligete la frutta tagliata davanti a voi e le verdure cotte.
  • Fate amicizia con i locali: è la parte più bella del viaggio. I cingalesi sono mediamente miti, sorridono molto, ma non si prevede contatto fisico “all’italiana” (i classici due bacini o forti pacche sulle spalle, per intenderci).
  • Non fatevi fregare: persino i monaci possono chiedere impropriamente soldi. Lo fanno in maniera abile e cordiale, per cui siate pronti a dire di no.

Potrebbe interessarti

  • Vi sveliamo dieci piccoli e grandi segreti per vivere il viaggio perfetto. Con una sola richiesta: non teneteli tutti per voi, fateli girare. 1. Orientatevi, con la carta giusta Vi sarà capitato di giocare almeno una volta a Scotland Yard o a un gioco di società in cui serva una…
  • Perla d’Oriente, giardino di Buddha, isola splendente… i nick name dello Sri Lanka mantengono la promessa. Leggete questo articolo scritto per noi da Diana Facile e inserite questa destinazione nella lista dei desideri. Articolo di Diana Facile - LaGlobetrotter.it Tra città antiche, luoghi di culto, natura lussureggiante, belle spiagge e, cosa…
  • Il Giappone oggi: tradizioni antiche e tecnologia moderna che si fondono dando vita a una cultura unica, da sempre fonte di ispirazione per i viaggi nel Sol Levante. Sì, ma a che prezzo? Ecco la buona notizia: organizzandovi, viaggerete anche low cost, sfruttando al meglio i servizi del paese. Tokyo,…