Stoccolma: 5 curiosità che valgono il viaggio

  • destinazione:
  • Vita in città

    Pensate che Stoccolma sia così bella da non possedere un briciolo di ironia? Niente di più sbagliato, la città è super simpatica e queste esperienze tratte dalla nostra nuova guida ve lo dimostreranno.

     

    A casa di Pippi Calzelunghe

    Stoccolma Vasastan
    Stoccolma, un cielo perfetto per Pippi Calzelunghe

    La macchina da scrivere con un foglio di carta già inserito è ancora sulla sua scrivania, come se fosse andata via da poco. In questo accogliente appartamento di quattro stanze a Vasastan (ingresso 160 SEK | Dalagatan 46) con mobili semplici e pezzi di design svedese, Astrid Lindgren visse e lavorò dal 1941 fino alla sua morte nel 2002. Qui scrisse i suoi libri di successo come Pippi Calzelunghe, Emil e Ronja. La figlia del brigante. Buttava sempre giù la prima stesura su un taccuino mentre era ancora a letto e poi la trascriveva seduta alla sua scrivania davanti alla finestra con vista sul Vasapark.

     

    La panchina musicale

    zetterlunds park
    Zetterlunds Park, pronti all’ascolto?

    Negli anni ‘60 la cantante jazz Monica Zetterlund ha reso omaggio a Stoccolma con la canzone Sakta vi gå genom stan. Dopo la sua morte, nel 2005, la città le ha dedicato un parco a Vasastan. Qui potrete ascoltare la sua musica, senza pagare un biglietto: basta sedersi su una panchina in teak e parte la registrazione.

     

    Una torre da colorare

    Telefonplan Tower
    La torre Telefonplan, Stoccolma

    No, non vi stiamo proponendo l’ennesimo colouring book, ma un monumento che potrete toccare con mano, fotografare e, cosa ancora più importante, che tutti gli abitanti di Stoccolma potranno vedere. Parliamo dell’installazione Colour by Numbers, che si trova nella parte meridionale della città, nella zona di Telefonplan. Scaricate l’app sul vostro smartphone e, dal tramonto, divertitevi a scegliere i colori di questa torre tutta da colorare. Lascerete la vostra traccia luminosa nel cielo della capitale.

     

    Metro uguale arte

    Thorildsplan
    Stoccolma, la stazione della fermata Thorildsplan

    La Tunnelbana, la metro di Stoccolma, è celebre per le sue stazioni decisamente artistiche. Se non siete insensibili al genere, fate in modo di salire o scendere a Thorildsplan e godetevi lo spettacolo. Vi troverete immersi in una grande visione fatta di pixel e piastrelle colorate, in un mondo popolato da Pac Man e Super Mario. Agli adolescenti la grafica sembrerà un po’ datata, ma gli eterni ragazzi degli anni Settanta la apprezzeranno moltissimo.

     

    Una notte nel Seicento

    Pronti a una nottata davvero insolita? A Stoccolma è facile viverla (o dormirla), basta saper rinunciare agli ascensori. E sì, perché si parla di Seicento e in quel periodo non erano ancora stati inventati. L’appuntamento è con l’Hotel Sven Vintappare (Sven Vintappares Gränd 3), che occupa una piccola e stretta abitazione del 1607 su più piani. Nelle accoglienti camere ci si sente trasportati nel passato, ma con letti più comodi. La cosa veramente insolita? Qui sembra che la frenesia contemporanea sia ad anni luce di distanza.