Stoccolma Day Two

  • destinazione:
  • Interviste

    Oggi il programma è più soft: SkyView, Modernamuseet, Ice Bar e un po’ di sano shopping, che non guasta mai.

    Lo SkyView è una specie di London Eye, ovvero: hanno installato due cabine panoramiche vetrate che arrivano in cima all’Ericsson Globe, un enorme palazzetto dello sport sferico, simbolo di Stoccolma. Con queste cabine si arriva a 130 metri di altezza e si può ammirare un bellissimo panorama della città. Ovviamente, sarebbe stato ancora migliore se non ci fosse stata la nebbia, ma, considerando che è Ottobre, non ci si deve lamentare.

    Dopo questa prima tappa panoramica ci dedichiamo all’ultima visita culturale della città: il Modernamuseet, in cui siamo stati per ore senza rendercene conto, dal momento che ospita una collezione permanente, fotografica e pittorica, incredibile e una meravigliosa mostra temporanea su Monet, Turner e Twombly. Quando usciamo è quasi ora di merenda per gli svedesi. Noi, invece, su consiglio della guida, ci perdiamo in un paradiso etnico-gastronomico: il Kungshallen, un fastfood che offre cibi messicani, indiani, italiani, thai, giapponesi, cinesi e chi più ne ha più ne metta.

    Dopo questo lauto pranzo ci dirigiamo verso l’Hard Rock Café, perché non posso non avere la maglietta di Stoccolma, e poi verso il famigerato Ice Bar.

    Convinti che ci fosse da prenotare la visita, arriviamo al Nordic Sea Hotel, l’albergo che ospita il bar, pensando di poter riuscire a fare un giro prima di entrare al “polo” più alla moda della città. Invece, ci mettono subito una caldissima mantella di pelo, un paio di enormi guanti e ci catapultano a -5 gradi. Un bicchiere fatto di ghiaccio con dentro un cocktail a base di vodka (sì, erano le cinque del pomeriggio, se ve lo stavate chiedendo) e due chiacchiere seduti su panche fatte di ghiaccio, ma rivestite di finto pelo d’orso. Très chic.

    Quando usciamo la città ci sembra caldissima e siamo carichi per il nostro giro di spese. Peccato che fosse tutto chiuso, anche le caffetterie. Fortunatamente, almeno i negozi di souvenir erano aperti, così siamo riusciti ad arrivare all’ora di cena.

    Vuoi non provare un sushi con i salmoni pescati nelle acque della città? Assolutamente sì! Quindi, dopo questa lauta cena, ce ne siamo tornati in albergo. La sveglia suona troppo presto e fra una manciata di ore saremo di nuovo a casa.

     

    Potrebbe interessarti

    • Il nostro volo è partito in orario, stranamente. Ryanair ha deciso che dovevamo goderci a pieno i nostri giorni a Stoccolma. E meno male. È venerdì sera e in giro c’è già gente travestita per Halloween. Ci sono il conte Dracula, la sposa cadavere e i Teletubbies a fianco a…
    • Ho trascorso due giorni intensissimi a esplorare quanti più luoghi possibili, girando la città dalle nove del mattino fino a mezzanotte. Il terzo giorno ho fatto un atto di fede e, sotto una pioggia fine ed incessante che mi accompagnava dal pomeriggio precedente, mi sono diretta nella periferia sud-ovest per…
    • Smanio negli ultimi giorni, tanta è la voglia di partire! Invece sono qui, senza alcuna possibilità di muovermi ancora per mesi e sogno, sogno, sogno... Mi tornano alla mente la mia amata Asia e i luoghi visitati, i profumi del Nepal, i fuochi eterni di Varanasi in India, la caotica…