Tallinn, viaggio nella capitale dell’Estonia: bella, giovane e di tendenza

Vita in città

Tallinn è diventata una meta di tendenza per molti giovani europei. La sua città vecchia offre tutto ciò che si possa chiedere in un weekend: locali, discoteche, pub crowl, ma anche cultura, luoghi d’interesse, tanta storia e scorci mozzafiato.

Ingrasso alla città vecchia di Tallinn, con le sue caratteristiche mura © Francesco Giro

Articolo di Francesco Giro

 

Abbandonata a malincuore Riga, mi dirigo verso la fermata degli autobus (che dista circa 900 metri dal centro), dove mi aspetta il mezzo che mi porterà nella seconda e ultima tappa baltica: Tallinn, capitale dell’Estonia. Il trasferimento è veloce (4 ore e mezzo, più o meno) ed efficiente, prenotato a soli 9 Euro tramite la compagnia Lux Express.

Tallinn, Piazza del municipio © Francesco Giro

La nostra visita non può allora che iniziare proprio da qui, il centro storico della piccola capitale estone, patrimonio Unesco. Nella Piazza del Municipio si trova l’ufficio turistico, dove potrai acquistare la Tallinn Card per 39 Euro. Il mio consiglio, come al solito, è di usufruirne il più possibile, dato che oltre i trasporti (utili per qualche spostamento fuori città, come vedremo) comprende la stragrande maggioranza degli ingressi ai musei.

Al centro della piazza si trova una pietra rotonda contrassegnata con una rosa dei venti, da cui si riescono a intravedere tutte e cinque le guglie della città vecchia.

Alzando la testa ti troverai di fronte al Municipio di Tallinn, che però oggi non svolge più alcun ruolo politico. Oltre a essere l’unico edificio gotico in tutto il Nord Europa, è anche la sede del Museo di Storia Estone, che a mio avviso una visita la merita (giusto per immergersi fin da subito nella nuova cultura che conosceremo).

La più famosa torre della città vecchia, “Margherita la Grassa” © Francesco Giro

Con 1,9 chilometri di mura antiche perfettamente conservate, Tallinn è una delle città più fortificate d’Europa. Uscendo dal museo dirigiti verso la Piazza delle Torri o la collina di Toompea, dove potrai godere della loro vista sopra una piattaforma panoramica.

Delle 46 torri originali, oggi ne sono rimaste 16, molte delle quali trasformate in locali, ristoranti e bistrot. La più importante è la celeberrima Margherita la Grassa, che prende il suo nome dalle notevoli dimensioni dovute allo spessore delle mura, di quasi 5 metri.

La città vecchia dal campanile della Chiesa di Sant’Olav © Francesco Giro

Altro imperdibile edificio del centro storico è sicuramente la Chiesa di Sant’Olav, non distante dalla sopracitata Margherita. Dal 1549 al 1625 è stato l’edificio più alto del… Mondo! Anticamente, infatti, la sua cupola spiccava per 159 metri, rivelandosi però un ottimo parafulmini. Per questo motivi (e i numerosi incendi) è stata ridotta a 124 metri: restano comunque sufficienti per godere di una meravigliosa vista su tutta la città.

La Cattedrale Ortodossa di Alexander Nevsky © Francesco Giro

Esattamente dalla parte opposta del centro storico, sulle colline di Toompea, si trova un’altra chiesa, adibita però a tutt’altro credo: è la Cattedrale Ortodossa di Alexander Nevsky. Questa spettacolare struttura è la principale chiesa ortodossa russa dell’intera Estonia. La sua vista è maestosa: le classiche cupole a cipolla non possono lasciarti indifferente. Con un po’ di fortuna, poi, capiterete durante una qualche cerimonia religiosa. L’atmosfera – per devoti e non – è veramente suggestiva, e ti permetterà di addentrarti ancor più in una cultura tutta da scoprire.

Tallinn vista dalla collina di Toompea © Francesco Giro

Finito di fotografare gli affreschi e le pareti ricoperte d’oro della Cattedrale, nella stessa piazza troverai il Castello (o Palazzo) di Toompea. Sede del Parlamento della Repubblica d’Estonia, è famoso soprattutto per la sua torre, denominata Pikk Hermann (Ermanno il Lungo) a causa della sua forma longilinea. Questa torre ha l’importante compito di ergere la bandiera nazionale estone: ogni mattina, l’alzabandiera è accompagnato dall’inno nazionale.

Allontanandosi dalla collina, lasciati guidare dai profumi tipici dei prodotti estoni, lungo la Komandandi Tee, fino a giungere alla Piazza della Libertà. Anche Tallinn, come Riga, ha raggiunto l’indipendenza dal dominio russo nel 1920, e questa piazza, con la grossa croce in cristallo, ne rappresenta il simbolo. Qui potrai fermarti per una pausa pranzo in uno dei numerosi localini, o se vuoi risparmiare, fai come me e goditi un panino con il tipico pane nero all’aglio seduto su una panchina…

Per gli appassionati di storia più recente, una chicca nascosta di questa città sono sicuramente le prigioni del KGB, al numero 1 di via Pagari. Qui si nascondeva il quartier generale della polizia segreta russa, attiva dal 1954 al 1991: un luogo angusto, con poche celle e qualche istallazione, capace comunque di rendere fin troppo bene gli orrori che queste mura hanno visto in quegli anni.

L’Estonian Open Air Museum con le sue tipiche capanne © Francesco Giro

Concluso il tour essenziale della città vecchia di Tallinn, approfittando dei soldi spesi per la Card visitiamo due must imperdibili di questa due giorni di fuoco: il primo è l’Estonian Open Air Museum. Situato a circa venti minuti di corriera a ovest della città vecchia, questo museo all’aria aperta ti permetterà di viaggiare indietro nel tempo, catapultato in un villaggio vichingo del XVII secolo. Qui troverai capanne in paglia fedelmente ricostruite, mulini a vento, una cappella in legno e una scuola. Il tutto edificato sulle sponde del Mar Baltico. Foto da fare invidia ai tuoi follower, garantito!

Ultima tappa nei dintorni di Tallinn è il Palazzo Kadriorg, con il meraviglioso parco che lo circonda. Costruito dall’architetto italiano Niccolò Micchetti sotto la volontà dello zar Pietro il Grande, il palazzo barocco e i suoi giardini sono un classico esempio della tipica stravaganza zarista. Nella sala centrale, alta due piani, potrai ammirare i bellissimi dipinti e affreschi neoclassici che caratterizzano la villa.

Vi consiglio di fare questa visita verso sera (chiude alle 20), in modo da aggiudicarsi un posto in prima fila per ammirare i colori dei giardini durante il tramonto. Uno spettacolo unico.

Se Riga e Tallinn non ti sono bastati, se hai ancora tempo e denaro (la voglia non manca mai) per proseguire la tua vacanza al nord, la capitale estone è anche un ottimo punto di partenza per dirigersi verso la vicina Finlandia. Dal porto di Tallinn, infatti, partono numerosi traghetti (a prezzi veramente contenuti) direzione Helsinki. Ma questa è un’altra storia…

Potrebbe interessarti

  • Situata lungo la costa sudoccidentale norvegese, Bergen è la seconda città più grande della Norvegia dopo Oslo. A differenza della capitale, è un centro tranquillo ma non per questo meno ricco di cose da vedere e da fare. Andiamo a dare un'occhiata? Bergen, il Bryggen Articoli di Silvia Demick, The…
  • Alcuni suggerimenti per non avere brutte sorprese e per non sentire un sapore sgradevole addentando la Grande Mela. New York, godetevi serenamente questa meraviglia Attirare l'attenzione dei borseggiatori Oggi New York, e soprattutto Manhattan, non è più pericolosa di una grande città italiana. Tuttavia, non è consigliabile portare con sé…
  • Anche a Londra, l'ipercinetica e sorprendente capitale dell'altra Europa, ci sono alcune cose da evitare per vivere felici e contenti, anche in viaggio. Guidare in città Portare l’auto a Londra non è una buona idea: la rete stradale è caotica, le tariffe dei parcheggi a più piani sono folli (fino…