Transilvania on the road

Itinerari

Protetta dall’abbraccio dei Carpazi, la Transilvania sembra volersi nascondere sotto un manto verde di immense foreste. In un’atmosfera mistica e vagamente onirica, il viaggio nel cuore della Romania è un’emozione unica, a volte quasi spettrale…

Castello di Bran: sarà in casa il conte Dracula? © Martina Santamaria

Articolo di Martina Santamaria, blogger di Pimpmytrip.it

 

Il suo nome significa letteralmente “terra al di là della foresta” e una volta che avrete messo piede sul suo suolo verrete catapultati in un tunnel spazio-temporale che vi riporterà ai tempi del Medioevo. La Transilvania, cuore della Romania, è una meta consigliata perché, oltre ad essere uno spettacolo da visitare, è anche molto economica! Quindi, perché non noleggiare un’auto e iniziare il vostro tour on the road alla scoperta di scorci remoti e suggestivi? Le mete consigliate per un soggiorno piuttosto rapido in Transilvania sono certamente Sibiu, Sighisoara, Viscri, Brasov col Castello di Bran.

 

Sibiu, la gemma dei Sassoni

Sibiu, il passaggio delle scale ammantato di neve

Sibiu è una città medioevale pittoresca ed affascinante, che rispecchia appieno l’atmosfera della vera Transilvania. È considerata una delle città più belle per via del suo patrimonio artistico unico e peculiare che nasce dall’insediamento dei Sassoni nel 1190, su un più antico insediamento romano. La città viene dalla ricchezza e dal fervore, essendo parte delle 7 cittadelle murate che si trovano lungo la strada del commercio tra Oriente ed Occidente.

Non è molto grande, perciò mezza giornata sarà sufficiente per visitare le attrazioni principali : il Museo di Breckenthal (ancora più antico rispetto al Louvre di Parigi), il Passaggio delle Scale, Piazza Grande, Piazza Piccola e Piazza Huet.

 

Sighisoara, nella casa di Vlad Dracul

Il castello di Bran, in tutta la sua forza evocativa

In questa città fortificata il sapore medioevale è intenso. Forse perché si ipotizza che sia la città natale del conte Vlad, ovvero la figura che viene ricondotta a Dracula, fatto sta che il clima appare più tetro e avvolto dal mistero… La caratteristica principale di questa città sono le 9 torri rimaste delle 14 originarie, tra le quali spicca la Torre dell’Orologio. Risale al 1676 ed è chiamata anche Torre del Consiglio, perché era luogo delle assemblee cittadine. Al suo interno è possibile trovare un interessante carillon e un tetto in ceramica.

Per un excursus della storia di Sighisoara, non perdetevi il museo dentro la torre! Dopodiché potrete continuare a perlustrare le intricate viuzze acciottolate fino a raggiungere la casa di Vlad Dracul. Ora il piano terra è stato adibito a ristorante, ma al piano superiore potrete visitare la camera del Conte. Musica teatrale e atmosfera inquietante vi aiuteranno a sentirvi vampiri per un momento! Non perdete la camera delle torture…

Altri due gioiellini di carattere gotico sono la Chiesa sulla collina e la Chiesa del Monastero Domenicano.

 

Piccola tappa tra Sighisoara e Brasov : Viscri

Viscri, gioiello sospeso nel tempo © Martina Santamaria

Questo villaggio, di circa 500 persone, è un vero gioiellino della Transilvania. Fa parte di quei luoghi che non vi aspettereste, che non rientrano negli itinerari più famosi e proprio per questo vi lascerà stupefatti.

Viscri, nella chiesa fortificata © Martina Santamaria

Immersi nella natura passeggiando per le vie di un paese molto caratteristico, salite fino alla zona fortificata di Viscri, dove troverete una delle chiese oggi parte del patrimonio dell’UNESCO.

Brasov, mozzafiato dall’alto © Martina Santamaria

Il viaggio continua verso Brasov, città che vi dà il benvenuto col suo nome a caratteri cubitali in cima alla collina. Si tratta di una città vivace, gremita di gente e turisti che si affollano nella piazza principale: Piața Sfatului. Percorrendo le varie vie ed andando alla scoperta dei meandri di questa città giungerete alla magnifica Chiesa Nera.

 

Castello di Bran: la grande meta oscura

Il castello di Bran, in tutta la sua forza evocativa

Da Brasov potrete arrivare, infine, alla più suggestiva, la più reale, la più cupa e ombrosa meta del vostro viaggio: il Castello di Bran. È veramente il castello del Conte Dracula? Forse non esattamente… la vera dimora del contra Vlad si trova a Poienari, in Valacchia, ma questo castello fu il modello su cui venne costruita la sua fortezza.

La leggenda di Dracula prende ispirazione dagli strigoi : creature non morte, incapaci di trovare pace nell’aldilà, che si nutrono di sangue animale.

Un’altra tappa che non vi potete proprio perdere tornando verso Bucarest è il magnifico castello di Peles, una volta residenza estiva della famiglia reale, poi diventato residenza per Ceaușescu. Sì, molta storia è passara da queste parti: visitando i castelli della Transilvania diventerete grandi appassionati di eventi storici e leggende misteriose.

Potrebbe interessarti

  • Un viaggio nei Balcani è un’esperienza che non si dimentica. Così vicine, ma apparentemente così lontane, queste terre raccontano un passato complesso, ma sempre ricco e pieno di sapori. Soprattutto a tavola, ovviamente. Articolo di Selene Scinicariello, blogger di Viaggi che mangi Queste terre sono il crocevia per genti da usi e…
  • Il Libano è un luogo incredibile, uno scrigno colmo di storia, natura e cultura che finalmente, dopo anni di conflitti, si sta aprendo al turismo. I vicoli di Tiro © Diana Facile Articolo di Diana Facile – LaGlobetrotter.it Il fatto che sia un paese piccolo (è poco più grande della Basilicata) e…
  • Tra tutti i posti che ho visitato, Israele è probabilmente quello che mi ha lasciato le sensazioni più forti, a volte contrastanti. Tel Aviv, skyline © Diana Facile Articolo di Diana Facile – LaGlobetrotter.it   Quindi prima di iniziare a raccontarvi gli imperdibili di questo paese, permettetemi di darvi un consiglio…