Un’opportunità nella città della diga

  • destinazione:
  • Interviste

    La notizia di questo viaggio mi ha raggiunto mentre ero a Napoli in un treno in partenza.
    Tornavo a Roma da una giornata insolita e incerta, in una città altrettanto insolita e incerta, ma straordinaria. Io diffido di Napoli, da sempre, lei invece è generosa e mi regala – a volte – delle opportunità.
    E così considero questa vittoria come una opportunità da sfruttare e godermi.
    Non ho avuto dubbi sul fatto di preferire una grande città come meta, perché le città sono una specie di organismo vivente, complesso e sfaccettato, col quale “fare amicizia” o soltanto confrontarsi e scambiarsi un po’ di idee, insomma l’ideale per un Marco Polo curioso e solitario.
    La scelta è ricaduta su Amsterdam per la voglia di vivere una metropoli in bicicletta e per la curiosità di visitare l’Oostlijk Havengebied, un quartiere recente di isole residenziali che è il manifesto della cultura architettonica olandese contemporanea.
    Spero di riuscire a passare dal caratteristico paesaggio del centro storico patrimonio dell’umanità, ai capolavori d’arte dei musei più noti, a scorci meno conosciuti della Grande Amsterdam…..tutto in soli tre giorni!

    E voi cosa mi suggerireste di fare?

    Forse sarà meglio che al mio arrivo mi tuffi e segua la corrente, mi fiderò un po’ del caso un po’ dell’intuito per scattare le mie nuove istantanee di viaggio!!??